,,
Virgilio Sport SPORT

Antonio Conte torna in panchina? L'indizio del vice storico

Cristian Stellini non esclude che il tecnico salentino possa tornare alla Juventus: "Antonio ha sempre messo la professione davanti al sentimento. C'è molto di suo nell'Inter attuale".

27-09-2021 18:33

Il futuro prossimo di Antonio Conte sembra essere in televisione, nella squadra di ‘Sky Sport’ come commentatore delle partite di Champions League.

Quello anteriore però sarà sicuramente in panchina, perché a 52 anni il tecnico salentino ha ancora voglia di sentire l’adrenalina del campo e di arricchire di titoli la propria già ricca bacheca da allenatore.

Quale squadra punterà sulla grinta di Conte? È ancora presto per dirlo e tutto è possibile. Anche il ritorno alla Juventus. A non escludere questa ipotesi è stato il vice storico di Conte, Cristian Stellini, intervistato da Tuttomercatoweb.

“Ho la fortuna di non avere l’obbligo di decidere io, quindi le scelte le fa l’allenatore – ha affermato Stellini – Credo che Conte abbia dimostrato di essere un grandissimo professionista, altrimenti non avrebbe scelto di andare all’Inter. Ha messo in discussione tanto del suo passato e ha ottenuto risultati. Lui vive di sentimenti, ha già parlato con la scelta che ha fatto. Se ci fossero i presupposti, lui guarderebbe alla professione, prima che al sentimento”.

Dichiarazioni che non escludono nulla circa il futuro professionale di Conte, reduce dal divorzio dello scorso maggio dall’Inter dopo la vittoria del campionato, che ha segnato il ritorno al vertice del calcio italiano dei nerazzurri dopo dieci anni.

Conte, che ha scelto di non sposare il piano di ridimensionamento avviato da Suning, resta quindi in attesa di una proposta, ma non sembra interessato a tornare in panchina a stagione in corso.

Infatti, nonostante il fascino della Premier League, campionato dove l’ex tecnico dell’Inter ha vinto una Premier League con il Chelsea nel 2017, resti forte per Conte, nelle scorse settimane il tecnico salentino è stato avvicinato all’Arsenal, squadra che però quest’anno non partecipa alle coppe europee e non sembra stuzzicare l’interesse dell’ex ct della Nazionale.

Stellini ha poi parlato di cosa è rimasto  del biennio della gestione Conte nell’Inter attuale di Simone Inzaghi: “C’è ancora molto, la squadra è cambiata, ma gli undici titolari sono praticamente gli stessi. Si vede che c’è stato un ottimo lavoro, quindi ancora oggi c’è ancora qualcosa di Antonio. Conta anche la scelta societaria, che ha dato continuità con il nuovo tecnico a un lavoro fatto precedentemente. Inzaghi ha un modulo simile, che ha sviluppato negli anni alla Lazio”.

Infine, una battuta, non senza veleno, sui problemi della nuova Juventus: “Probabilmente negli anni passati la fase difensiva non è stata una priorità. La Juve ha sempre avuto una difesa forte, Allegri ha bisogno di tempo per registrare un po’ di cose. Ma la fase difensiva non è solo il reparto arretrato, si deve lavorare di squadra per questo. Qualche errore di troppo comunque individualmente è stato fatto”.

OMNISPORT

Antonio Conte torna in panchina? L'indizio del vice storico Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...