Virgilio Sport

Argentina, ultima chiamata per Di Maria: l’eroe della Coppa America aveva puntato tutto sul Qatar

Di Maria a disposizione di Scaloni, dovrebbe partire titolare nella finale dei Mondiali in Qatar tra Argentina e Francia: il Fideo è all'ultima chiamata per dimostrare di essere un campione assoluto.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Strano il destino di Angel Di Maria. Una delle stelle dell’Argentina in Qatar rischia di passare da perdente di successo a comprimario di lusso. Sono le etichette, scomode e fastidiose, che minacciano di restare appiccicate addosso al Fideo in caso di insuccesso o anche solo di mancata presenza in campo nella finalissima dei Mondiali, in programma domenica contro la Francia. Etichette che il nuovo acquisto della Juve vuole spazzare via una volta per tutte. Ed è all’ultima chiamata per riuscirci.

Di Maria e la maledizione della finale mondiale

Il fato avverso è già stato nemico di Di Maria otto anni fa in Brasile. Argentina in finale contro la Germania, lui fuori per infortunio a vedere Higuain divorarsi il gol del vantaggio, Messi vagare per il prato del Maracana senza incidere e Gotze mettere a segno il gol del trionfo tedesco a pochi minuti dalla fine dei supplementari. Anche stavolta la beffa potrebbe ripetersi, visto il fastidio muscolare che ha tenuto fuori il Fideo dall’inizio degli incontri a eliminazione diretta. Anche se le notizie che filtrano dal ritiro sono confortanti: stavolta Di Maria dovrebbe farcela.

Quattro presenze a Qatar 2022 per il Fideo della Juve

Essere in campo garantirebbe a Di Maria, in caso di vittoria, di non essere considerato un ‘comprimario di lusso’ dell’eventuale trionfo argentino. Ha saltato i match con Australia e Croazia, giocato giusto una manciata di minuti contro l’Olanda, era in campo nel disastroso esordio con l’Arabia Saudita: non sarebbe di certo un “suo” trionfo, quello in Qatar. Un po’ come quando il Psg vinceva titoli a ripetizione in Francia e i protagonisti veri erano sempre gli altri. Discorso diverso in caso di grande prestazione nella finale. Il Fideo che torna, prende per mano i compagni e trascina l’Argentina al terzo titolo della sua storia: gli ingredienti per la favola a lieto fine ci sarebbero tutti.

Di Maria e quell’etichetta scomoda cucita addosso

E se invece andasse male? Da anni Di Maria, come peraltro lo stesso Messi, lotta contro i mulini a vento, come il don Chisciotte di Cervantes, nel tentativo di cancellare i pregiudizi che lo vorrebbero incapace di incidere nelle sfide che contano, di arrivare sempre a un passo dal traguardo e di non tagliarlo mai per primo. Per molti è solo un “meraviglioso perdente”, nomignolo che i successi nelle squadre di club, dal Benfica al Real Madrid allo stesso Paris Saint-Germain, oppure il trionfo nella Coppa America dello scorso anno in Brasile, in cui fu protagonista assoluto, non sono riusciti a cancellare. Figuriamoci che succederebbe se a Lusail fosse la Francia ad alzare la coppa.

Di Maria, il Qatar, la Juventus: intrecci e scenari

Di Maria sul Qatar ha puntato gli ultimi gettoni per nobilitare una straordinaria e luminosa carriera in nazionale. Proprio in previsione dei Mondiali autunnali ha rinviato di un anno il ritorno in Sudamerica, in quel Rosario Central per cui il suo cuore batte da sempre, e ha sposato la causa della Juve. Sin qui è riuscito a contribuire poco alla causa dei bianconeri di Allegri, tanto che sarebbero in corso riflessioni sul futuro a breve e a media scadenza. Del resto, lui era stato chiaro sin dall’inizio. In questo momento la sua priorità sono i Mondiali. È all’ultima chiamata. La differenza che passa da campione del mondo a comprimario di lusso, o a perdente di successo, è enorme.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...