Virgilio Sport

Basket, Virtus Bologna: l'emozione del ritorno in campo di Achille Polonara. E quella tripla liberatoria...

Grandi emozioni a Bologna per il ritorno in campo di Achille Polonara, a poco meno di due mesi dall'operazione di rimozione di un tumore ai testicoli.

04-12-2023 18:16

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Meno di due mesi, tanto è durato l’esilio forzato dal campo di Achille Polonara. Che ha illuminato la domenica della Virtus tornando a indossare la maglia numero 33, contribuendo al netto successo su Tortona per 99-70 (5 punti in 8’, con 1/1 in area, 1/3 dall’arco e una stoppata su Obasohan). I numeri però mai come stavolta lasciavano il tempo che trovano: quel che più conta era rivedere PolonAir nuovamente abile e arruolabile, segno che la neoplasia al testicolo riscontrata a inizio ottobre fa già parte dei brutti ricordi del passato.

La standing ovation e la testa già ai prossimi impegni

Aveva disputato l’ultima gara l’8 ottobre contro Varese, ma bruciando le tappe Polonara s’è ripreso il suo posto nei 12. E a 43 secondi dalla fine del primo quarto, quando Luca Banchi l’ha chiamato sul cubo dei cambi, tutta la Segafredo Arena s’è alzata, tributandogli una standing ovation.

Sono stati due mesi giocoforza complicati, che a volte mi sono sembrati tanto lunghi e pesanti. Sono felice però di essere tornato e spero davvero che la mia battaglia con il tumore sia acqua passata, nel senso che d’ora in poi spero di poter stare sempre bene e di non dover fare i conti con altri problemi di salute. Adesso voglio solo concentrarmi su ciò che c’è da fare in campo, poiché ci attende una settimana molto intensa nella quale avremo due impegni in Eurolega (martedì il Barcellona e venerdì il Maccabi, entrambi a Bologna), quindi domenica la trasferta in campionato a Milano, contro l’Olimpia. Cercheremo di farci trovare tutti pronti, forti anche della bella prova offerta contro Tortona.

Il feeling con il parquet e la tripla della liberazione!

Il ritorno in campo di Polonara è stato il momento più atteso di una domenica nella quale la Virtus ha ritrovato la sua essenza più profonda. Ad accoglierlo sul parquet, oltre ai suoi compagni, è stato per primo Kyle Weems, bandiera della Virtus, passato in estate alla Bertram ma subito resosi conto della particolarità del momento. Il tutto mentre sugli spalti la moglie Erika a stento ha trattenuto le lacrime, pensando a quanto hanno passato lei e suo marito nelle ultime settimane.

Dopo aver assaggiato il campo nel finale di primo quarto, Banchi ha reinserito Achille nel quarto periodo, dove sono arrivati tutti e 5 i suoi punti di giornata, accolti dal boato del popolo delle Vu nere. Un canestro in particolare ha fatto esultare tutti i presenti: la bomba del 93-70, con due minuti ancora da giocare, che è stata anche la prima della stagione in LBA di PolonAir, che col tiro dall’arco aveva avuto un rapporto davvero complicato nel corso dell’avventura mondiale dell’Italia nelle Filippine (nessun tentativo a bersaglio sui 22 tentati: per le sue abitudini, decisamente un fatto insolito e difficile da spiegare). Insomma, la festa è stata completa. Sperando che sia solo la prima di una lunga serie.

Banchi e il sostegno di tutto il mondo Virtus

Luca Banchi, che ha vissuto emotivamente con grande trasporto queste ultime settimane, ha voluto spendere parole di grande elogio per l’ala della nazionale.

“Ho convocato Achille perché in settimana si è allenato al massimo e ha dimostrato di poter tornare in gruppo e fare la sua parte. È stato bellissimo rivederlo in campo e penso che i 5 punti che ha realizzato siano stati perfetti per celebrare questo nuovo inizio. In questi due mesi Achille ha subito un forte stress a livello fisico e mentale, ma tutta la squadra, lo staff e la dirigenza gli è stata vicina e ha avuto sempre un pensiero per lui. Adesso dovremo continuare a sostenerlo, perché l’obiettivo è di portarlo in fretta ad avere una condizione che gli permetta di riprendere il suo ruolo di leader, rispondendo adeguatamente alle attese che lo avevano preceduto al momento dell’approdo a Bologna”.

Le tappe: Polonara in campo 53 giorni dopo l’operazione

Polonara è tornato in campo a 53 giorni dall’intervento al quale si è sottoposto il 10 ottobre, subito dopo aver giocato il match di campionato contro Varese (aveva ricevuto la notizia due giorni prima, ma ha mantenuto il segreto fino al match). In seguito ha dovuto affrontare un ciclo di chemioterapia, motivo per cui s’è ripresentato in campo con un insolito (per lui) look rasato con fascetta in testa, che lo fa somigliare un po’ vagamente all’attuale versione ai Bulls di Alex Caruso.

Dopo essersi allenato da solo fino all’inizio della scorsa settimana, da martedì 29 novembre è tornato in gruppo, e una volta ricevuto il via libera dai medici Banchi ha deciso di convocarlo per la sfida con Tortona. Per ritrovare la forma migliore servirà tempo, ma già averlo rivisto in campo ha fatto felice tutto il popolo bolognese, nonché l’intero movimento cestistico nazionale.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...