Virgilio Sport

Berrettini, messaggio shock mentre svanisce il sogno Nitto ATP Finals

Il tennista romano rivela di aver pensato al ritiro definitivo a causa dei tanti infortuni. Dopo Napoli intanto, Matteo salterà Vienna e non prenderà parte alle Nitto ATP Finals.

Pubblicato:

Matteo Berrettini ha provato a lottare come un leone contro i problemi fisici, ma purtroppo non è bastato per avere la meglio sul grande Lorenzo Musetti nella finale dell’ATP 250 di Napoli, partita che si è giocata ieri pomeriggio e che è terminata 7-6 6-2 in favore del nativo di Carrara.

Nella conferenza stampa post finale, Berrettini ha rivelato di aver passato momenti molto difficili in questa stagione a causa dei tanti infortuni, con pensieri anche di ritiro definitivo. Intanto, svanisce il sogno Nitto ATP Finals. Berrettini infatti annuncia che non prenderà parte al 500 di Vienna e dunque non avrà la possibilità matematica di qualificarsi. Rimane in corsa, per l’Italia, l’altoatesino Jannik Sinner.

Berrettini annuncia il forfait a Vienna: niente Nitto ATP Finals

Berrettini proverà a tornare per il Masters 1000 di Parigi-Bercy, l’ultimo della stagione, ma intanto con un post social dice addio all’ATP 500 di Vienna a causa dei problemi al piede sofferti già nel corso del 250 di Napoli.

Con questa rinuncia, svanisce per il classe 1996 il sogno di prendere parte alle Nitto ATP Finals. Questo il posto del tennista romano:

“A seguito di molteplici valutazioni da parte dei medici sul mio piede sinistro, sono stato informato che non sarò in grado di competere a Vienna. Farò tutto il possibile per cercare di essere pronto per Parigi”.

Berrettini shock dopo la sconfitta a Napoli: “Ho pensato di fermarmi”

Berrettini, con problemi fisici già nel corso della semifinale a causa di vesciche ai piedi, è crollato fisicamente nel secondo set contro Musetti, perdendo infatti con un perentorio 6-2 che ovviamente non rispecchia l’effettivo talento del romano.

Anche Musetti a fine gara ha sostenuto di essersi accorto dei problemi di mobilità dell’avversario, e amico, Berrettini, ammettendo il proprio dispiacere per la condizione fisica di Matteo.

In conferenza stampa, Berrettini ha parlato dei propri problemi fisici, sostenendo di aver pensato, per un momento, anche al ritiro:

“Quest’anno ci sono momenti in cui ho pensato ‘Mi fermo, mi fermo per sempre’. Poi è passato, ma lo sconforto porta a chiederti se sei fatto per questo sport. Poi mi sono detto che dovevo reagire ed anche per questo motivo ho giocato e non ho mollato in semifinale, non volevo arrendermi a queste cose. Voglio essere chiaro: io mi sento fortunatissimo a fare quello che faccio, sono contento della mia carriera.

Come sto? Non lo so, non so cosa è successo. Il piede sta abbastanza male ma questo non toglie nulla alla vittoria di Lorenzo. Nel corso della gara il dolore è diventato più forte, ma la partita già era nella direzione di Lorenzo. Adesso verrò se riuscirò a giocare Vienna”.

Nitto ATP Finals: cinque già sicuri di esserci, due lo saranno a breve

Al Pala Alpitour di Torino dal 13 al 20 novembre andranno in scena le Nitto ATP Finals, chiamate anche “Torneo dei Maestri”, al quale partecipano gli otto tennisti che hanno conquistato più punti nel corso della stagione. I punti si conquistano avanzando il più possibile nei tanti tornei ATP che si giocano nell’anno solare (in questa stagione Wimbledon non ha ricevuto punti ATP a causa del bando dell‘All England Club ai giocatori russi e bielorussi).

In cinque sono certi al 100% di prendere parte al torneo torinese (Carlos Alcaraz, Rafael Nadal, Stefanos Tsitsipas, Casper Ruud e Novak Djokovic). Va ovviamente chiarita la posizione del Djoker: al momento decimo nella Race, il serbo è sicuro della presenza a Torino per la regola per la quale chi vince uno Slam ha un posto garantito, basta che rimanga nella top-20 del Ranking ATP. Anche se non ha assegnato punti, Wimbledon rimane uno Slam, e dunque ecco spiegata la certezza Nole.

Altri due posti saranno sicuri a brevissimo, Daniil Medvedev ed Andrey Rublev: la matematica li premierà tra poco.

In sei in corsa per l’ultima posto: Berrettini ko, c’è Sinner

Dunque, rimane solamente un posto ancora da assegnare, con Jannik Sinner che non ha abbandonato le speranze di qualificarsi.

La rincorsa del romano sarebbe dovuta iniziare da Vienna, dove verranno assegnati in totale ben 500 punti. Il suo esordio era previsto per domani contro Evans. La sua stagione, si spera, ripartirà con l’ultimo Masters 1000 in programma, ovvero Parigi-Bercy.

Jannik Sinner, al momento 15° nella Race (Berrettini grazie alla finale di Napoli è ora 13°), debutterà a Vienna contro Christian Garin per poi puntare a sua volta a Parigi per il Masters 1000.

Questa al momento la classifica della Race to Turin fino a Sinner:

  1. Carlos Alcaraz 6460
  2. Rafael Nadal 5810
  3. Stefanos Tsitsipas 4990
  4. Casper Ruud 4930
  5. Daniil Medvedev 3555
  6. Andrey Rublev 3440
  7. Félix Auger-Aliassime 3225
  8. Taylor Fritz 2885
  9. Hubert Hurkacz 2770
  10. Novak Djoković 2720
  11. Alexander Zverev 2700
  12. Cameron Norrie 2400
  13. Matteo Berrettini 2375
  14. Pablo Carreño Busta 2360
  15. Jannik Sinner 2310

Jannik Sinner e l’esordio a Vienna: “La caviglia sta bene, non smetto di credere alle Finals”

L’atloatesino non gioca una partita ufficiale dalla semifinale di Sofia contro Rune, dove si ritirò per un problema alla caviglia. Ora, Sinner si appresta a iniziare l’ATP 500 di Vienna, dove sarà testa di serie come Hubert Hurkacz e Cameron Norrie:

“La caviglia sta bene. Nelle ultime due settimane non ho giocato tantissimo a tennis, ma a Vienna proviamo ad alzare il livello”.

Sinner è al momento 15° nella Race per le Nitto ATP Finals, ma nonostante gli manchino ancora parecchi punti non smette di pensare a una possibile qualificazione:

“Sono un torneo molto importante. Non ci sto pensando tantissimo, ma finché sarà matematicamente ancora possibile, non smetterò di crederci. Anche perché credere non costa nulla. Vienna e Parigi-Bercy? Sono tornei che mi piacciono. Poi a Vienna sono contento di tornare, qui tanti amici vengono normalmente e in più dovrebbe venire anche una parte della mia famiglia. Vediamo come va. Di sicuro, la cosa più importante è come sta la caviglia, e sta bene”.

Berrettini, messaggio shock mentre svanisce il sogno Nitto ATP Finals Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...