Virgilio Sport

Berrettini tra dolori e speranze, le promesse del tennista azzurro

L'azzurro punta con decisione sul Masters 1000 di Miami per dimostrare che il peggio è alle spalle, dice di stare bene e di avere piena fiducia nel suo team

Pubblicato:

Matteo Berrettini sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua carriera. Fuori al primo turno al Masters 1000 di Indian Wells, non ha fatto molta strada neanche al Challenger di Phoenix, dove è uscito ai quarti di finale, torneo giocato grazie a una wild card per mettere un po’ di partite nelle gambe. Adesso arriva Miami, altro Masters 1000, e soprattutto le promesse del tennista romano.

Berrettini: “I momenti complicati capitano”

Filosofeggia Berrettini, arrivato anche a essere numero 6 al mondo, ai canali ufficiali Atp: “Ho avuto dei momenti un po’ complicati, ma fanno parte della vita che ho scelto di condurre. Adesso sto bene. Ho piena fiducia nel mio team, stiamo lavorando per star bene mentalmente, poi fisicamente e tutto il resto“.

Lavori in corso, dunque, in casa Berrettini che, cosa importante, non parer aver perso la fiducia nei suoi mezzi nonostante le sconfitte arrivate numerose negli ultimi mesi: “So che il livello c’è, come in tutte le carriere ci sono i momenti in cui le cose vanno meno bene. Sto facendo il possibile per tornare al livello che mi compete. Sono contento di essere qui, l’anno scorso non ho potuto giocare questo torneo. Adoro Miami, qui ho tanti amici“.

Berrettini: fare bene a Miami, ecco perché è importante

Inutile sottolineare quanto sia importante il torneo di Miami per il nostro tennista. Non solo per i punti che andrebbe a conquistare e che, complice l’assenza dell’anno scorso, gli farebbero fare un balzo notevole in classifica: “Un buon risultato a Miami mi darebbe fiducia per la stagione sul rosso, una delle più importanti per me. Dopo l’Australia sono stato qualche settimana fuori dal circuito per allenarmi. Ad Acapulco è iniziata bene, poi ho sentito qualcosa al polpaccio. Ho giocato qualche match a Phoenix e ora mi sento pronto, gli amici verranno a vedermi giocare e avrò più energia”.

Sottolinea più volte, Berrettini, l’importanza degli amici. Ha bisogno che chi gli vuole bene si stringa intorno a lui per aiutarlo a uscire dal tunnel.

Berrettini: a Miami contro McDonald

L’avversario di Matteo Berrettini a Miami è lo statunitense Mackenzie McDonald, numero 55 al mondo. Si tratta del secondo turno, è l’esordio per il tennista italiano. Si gioca anche per sfatare un tabù: qui Berrettini ha giocato due volte, l’ultima nel 2019, senza mai vincere un match.

Un po’ perché sarà la prima partita, un po’ per i precedenti che non aiutano, non sarà un esordio semplice per Berrettini: “Gli up and down di sicuro non aiutano, non ti permettono di avere continuità”. Una spinta potrebbe arrivare anche dalla nuova fidanzata di Matteo, che sarà sicuramente spettatrice interessata. Stiamo parlando di Melissa Satta. Tutto aiuta, anche l’amore.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...