Virgilio Sport

Bodo/Glimt, dispetto alla Roma su Solbakken

Continuano le ruggini tra il club norvegese e quello giallorosso dopo le polemiche seguite agli incroci della scorsa stagione in Cionference League: l'attaccante destinato a Mourinho bloccato fino a fine 2022.

06-12-2022 10:40

Bodo/Glimt, dispetto alla Roma su Solbakken Fonte: Getty Images

Nuova puntata della “saga” di scontri e dispetti che da ormai quasi un anno divide la Roma e il Bodo/Glimt.

Al centro del contendere c’è l’attaccante Ola Solbakken, in forza al club norvegese, ma promesso sposo della Roma da gennaio 2023 a scadenza di contratto. Ebbene il Bodo ha fatto sapere ai giallorossi di non voler liberare il proprio giocatore prima della fine del 2022, gelando così José Mourinho e tutto il club giallorosso che si aspettavano di poter accogliere Solbakken a Trigoria nelle ultime settimane dell’anno solare in vista della ripresa del campionato.

Lo scorso 21 novembre il giocatore classe ’98, che ha scelto la Roma declinando la corte di Eintracht Francoforte e Napoli, era stato protagonista di un blitz nella Capitale per sostenere le visite mediche e apporre la propria firma sul contratto che lo renderà un giocatore della Roma fino al 30 giugno 2027 prima di concedersi una breve vacanza in Messico all’insegna del lavoro fisico per recuperare la condizione (Solbakken non gioca una gara ufficiale dal 13 novembre) propedeutico proprio all’arrivo anticipato in Italia, ma il Bodo non vuole concedere il nulla osta per permettere all’attaccante di allenarsi con il proprio nuovo club.

Alla base della decisione del Bodo le ruggini tra i club dopo la lite tra il tecnico dei norvegesi Kjetil Knutsen e il preparatore giallorosso Nuno Santos al termine della gara d’andata dei quarti di finale della scorsa Conference League nell’aprile scorso..

Solbakken cercherà di convincere il Bodo in modo da unirsi ai nuovi compagni nel ritiro in Portogallo che inizierà a metà dicembre: in caso contrario il suo sbarco definitivo in Italia non avverrà prima delle prime ore del 2023.

 

 

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...