Virgilio Sport

Bordate su Gattuso, l'ultima accusa è pesante

Il tecnico del Napoli ancora sulla graticola per la prova difensiva contro l'Atalanta. Chiariello ci va giù duro: "Catenaccio anni sessanta".

Pubblicato:

Il sofferto pareggio contro l’Atalanta nella sfida di andata delle semifinali di Coppa Italia ha fatto storcere il naso a molti tifosi e addetti ai lavori. Napoli costantemente in balia degli avversari e tutto proteso a difendere lo 0-0 di partenza, col portiere nerazzurro Gollini quasi inoperoso dal primo all’ultimo minuto di gioco. Se il risultato finale lascia ancora intatte, anzi addirittura fortifica le speranze di qualificazione dei partenopei, è l’atteggiamento imposto da Gattuso a suscitare ancora una volta perplessità.

Gattuso, l’editoriale di Chiariello

A stroncare il tecnico del Napoli con uno dei suoi editoriali al vetriolo su Canale 21 è il giornalista Umberto Chiariello. “Se dovessimo parlare di senso estetico dovremmo bocciarlo sonoramente – esordisce – ma il Napoli ha pareggiato senza prendere gol in casa ed è un risultato interessante, in attesa di andare a giocare contro un Genoa assatanato. Forse il non perdere era il mandato di Gattuso alla sua squadra. Tre difensori bloccati con licenza di non muoversi, due quinti che sono due terzini, Insigne che cantava e portava la croce, che ha fatto il regista perché c’erano i due medianacci. Il solo Lozano che quando parte ti dà quella sensazione di pericolosità. La verità è che il Napoli ha rinunciato a giocare, nella ripresa ha deciso addirittura che la porta avversaria non esisteva neanche, con Ospina sugli scudi. Ora tutti i discorsi sono aperti, ma questo 0-0 è l’ennesimo brodino di una squadra malata. Dovrei dire le peggiori cose perché abbiamo visto un calcio catenaccio anni sessanta, però sono stanco di essere additato come anti-Napoli e allora mi turo il naso e andiamo avanti così”.

Chiariello boccia Gattuso, le reazioni

Tifosi divisi di fronte all’ennesimo giudizio pesante. “C’è una canzone e fa cosi: Se giochi bene ti tirano le pietre, se giochi male ti tirano le pietre”, ironizza Ciro. Un altro supporter ammette: “Se non abbiamo perso è stato solo per demerito dell’Atalanta, partita ‘intelligente’: l’obiettivo era non prendere gol ed è stato raggiunto”. “Questo Napoli mi sembra demoralizzato e stanco”, è l’impressione di un altro utente mentre Luigi domanda: “Ma Gattuso ha capito che allena il Napoli e non la Reggina?”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...