,,
Virgilio Sport SPORT

Buffon ancora leader della Juve: para e trascina i compagni

Gigi Buffon ha vissuto una serata da grande protagonista contro il Napoli. La sua è stata una partita da leader vero della Juventus.

Nessuno si aspettava di vederlo in campo contro il Napol i e questo perché alla vigilia della sfida Andrea Pirlo era stato chiaro nell’anticipare che sarebbe toccato a Szczesny , e invece mercoledì è toccato a Gigi Buffon difendere la porta della Juventus e, come al solito, la sua è stata una prestazione fatta di tante cose.

Ottime parate, tante urla rivolte ai compagni, indicazioni da leader vero e quella sensazione di essere sempre lì pronto a dare sicurezza non solo al reparto difensivo, ma ad una squadra intera.

Quella di Buffon è stata una partita ‘vera’, una gara da migliore in campo o quasi, visto che il successo della Juventus è stato frutto anche di tre suoi interventi decisivi nella ripresa.

Il fuoriclasse bianconero, anche a 43 anni già compiuti, resta un giocatore fondamentale che quando viene chiamato in causa raramente sbaglia. C’è d’altronde un motivo se verrà ricordato come uno dei più grandi portieri di ogni tempo, ma anche al termine di questa stagione ci si accorgerà che, sebbene utilizzato il contagocce, il suo contributo in un’annata probabilmente non all’altezza delle aspettative per la squadra di Pirlo, è stato prezioso anche in campo.

I numeri dicono che Buffon in stagione ha totalizzato undici presenze complessive , delle quali sei in campionato, quattro in Coppa Italia ed una in Champions League. Undici partite dalle quali la Juventus è sempre uscita imbattuta: nove vittorie e due pareggi.

Tra l’altro questi risultati sono stati spesso ottenuti contro avversari di rango, visto che Buffon era in campo nel 3-0 di Barcellona, nelle due sfide di Coppa Italia con l’Inter (una vittoria ed un pareggio a reti inviolate) e ovviamente in quella con il Napoli che è valsa tre punti fondamentali nella corsa che conduce ad una qualificazione alla prossima Champions League.

In un periodo nel quale Szczesny non sta attraversando uno stato di forma straordinario, Buffon potrebbe rappresentare l’uomo capace di garantire un’enorme dose di esperienza e certezze, tuttavia però non è previsto alcun avvicendamento e alcuna modifica nelle gerarchie decise ad inizio stagione.

Andrea Pirlo, al quale Buffon a fine gara ha riservato un abbraccio caloroso, dopo il triplice fischio della sfida contro il Napoli, ha ribadito come la posizione del numero 1 polacco non sia in bilico. “Ho detto che avrebbe giocato lui perché c’era stata qualche critica nei suoi confronti. In realtà ci eravamo già parlati e sapevo che lui era stato dopo le tre partite in Nazionale e che aveva bisogno di recuperare le energie. Con il Napoli ha giocato Buffon, ma Szczesny resta il titolare”.

Buffon resta quindi il ‘secondo’, ma ovviamente la Juventus e Pirlo sanno che all’occorrenza potranno contare su di lui nel momento clou della stagione. Da qui all’ultima partita, tra campionato e Coppa Italia, avrà ancora modo di scendere in campo e di togliersi delle soddisfazioni prima poi di concentrarsi sulle decisioni importanti per il suo futuro.

OMNISPORT | 08-04-2021 10:51

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...