Virgilio Sport

Champions League, 10 milioni di motivi per cui la Juventus deve rimontare

Le Big Europee non possono più permettersi di vivere romanticamente il calcio, il lato economico è fondamentale. Ecco perchè la partita di stasera tra Juventus e Porto racchiude in se molti più significati di quanto si possa pensare.

09-03-2021 12:32

Finalmente ci siamo. Ecco le sfide che valgono una stagione, quelle da dentro o fuori, quelle che tutti i calciatori sognano di giocare da bambini. Questa sera alle 21:00 andrà in scena Juventus-Porto, sfida valevole per il ritorno degli Ottavi di Finale di Champions League. Nell’andata all’Estádio do Dragão di Porto, la Juventus è stata trafitta da due gol nelle due aperture di tempo, da Taremi nel primo e da Marega nel secondo. Tuttavia i bianconeri possono affrontare questa sfida con fiducia. Il gol di Federico Chiesa tiene apertissime le possibilità di qualificazione, inoltre la Juventus ha vinto le due sfide interne di Champions League contro il Porto, 3-1 nell’ottobre 2001 e 1-0 nel marzo 2017, proprio nella gara di ritorno degli ottavi di finale dell’edizione 2016-17.

Ma se da un lato la vittoria garantirebbe fiducia e morale in vista del tentativo di rimonta sull’Inter in Serie A, i grandi club quotati in borsa come la Juve non possono esimersi da fare anche ragionamenti di natura economica. E la qualificazione è importante anche, e forse soprattutto, per questo motivo. 

Analizziamo bene l’attuale situazione economica dei bianconeri, tutt’altro che rosea a dire il vero. La Juventus viene da una perdita di 113,7 milioni di euro dell’ultimo bilancio semestrale, ovviamente conseguenze causate soprattutto dalla Pandemia di Coronavirus. E’ ovvio che le squadre contano molto sugli introiti delle Coppe Europee per far quadrare i conti di stagione in stagione. In quest’ottica, la Juventus ha già guadagnato circa 67,4 milioni di euro in questa edizione della Champions League, così ripartiti:

Bonus partecipazione alla fase a gironi: 14,5 milioni di euro.

Ranking storico/decennale della squadra: 29,9 milioni di euro.

Bonus risultati: 2,7 milioni di euro per ogni vittoria nella fase a gironi (Barcellona, Dinamo Kiev (due volte) e Ferencvaros (due volte)): 13,5 milioni di euro.

Qualificazione matematica agli ottatv di finale: 9,5 milioni di euro.

Prendendo ad esempio la relazione di bilancio di Inter Media and Communication, inoltre, riportata da Calcio e Finanza, si evidenzia come la UEFA abbia rivisto a ribasso le quotazioni di Market pool da assegnare a ciascuna squadra. Questo quanto scritto nella relazione:

“La UEFA ha spalmato l’impatto finanziario delle perdite subite dalla stagione sportiva 2019/20 nelle cinque stagioni successive fino a quella 2023/24. Sulla base del meccanismo di ripartizione dettagliato per il calcolo comunicato dalla UEFA, prevediamo una riduzione del 4% sugli importi contrattualmente dovuti nella stagione sportiva 2020-2021 (riduzione che sarà applicata a giugno 2021 sulla rata finale del montepremi dovuto per la stagione 2020-2021)”.

Se si prende in considerazione quanto letto sopra, si capisce che i ricavi del market pool saranno sicuramente inferiori rispetto agli anni passati (l’anno scorso la Juventus ha guadagnato 16 milioni di euro dal market pool), nonostante non si conosca ancora la cifra precisa.

Tornando alla partita Juventus-Porto, la qualificazione ai quarti di finale di Champions League garantirebbe ai bianconeri 10, 5 milioni di euro solo di bonus per il superamento del turno, portando i ricavi complessivi a 77,9 milioni di euro. Se a questo si aggiungono le due partite ai quarti sicure più un eventuale altro turno e Finale, si capisce che la partita di stasera assume un’importanza enorme per il proseguo della stagione bianconera e, per estensione, anche per la stagione successiva. 

Infatti, la Juventus conta moltissimo su queste entrate per programmare la campagna acquisti 2021/2022. Si parla di grandissimi colpi in entrata (Pogba su tutti), e senza i soldi derivanti dalla partecipazione in Champions League, i Top Player sarebbero un pochino più lontani. Tuttavia la Juventus è stata eliminata in cinque delle ultime sei sfide a eliminazione diretta di Champions League in cui ha perso la gara d’andata, ad eccezione degli ottavi di finale 2018-19 contro l’Atletico Madrid (0-2 all’andata, 3-0 al ritorno), dunque bisognerà stare molto attenti.

Come andrà questa sera? Al campo l’ardua risposta, ma per tutti questi motivi la squadra di Andrea Pirlo non può più permettersi di sbagliare atteggiamento.

Champions League, 10 milioni di motivi per cui la Juventus deve rimontare Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...