,,
Virgilio Sport SPORT

Chiusa l'indagine della Figc sulla rissa Ibrahimovic-Lukaku

Ora i due attaccanti del Milan e dell'Inter prima del deferimento potranno patteggiare una pena ridotta, come prevede il codice della giustizia sportiva.

Comportamento antisportivo dei giocatori, con responsabilità oggettiva dei club”: sono queste le accuse con le quali si è chiusa l’indagine della procura della Figc nei confronti di Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku per la lite verso la fine del primo tempo del derby Inter-Milan dello scorso 26 gennaio valido per i quarti di finale di Coppa Italia.

La notizia è stata riportata dall’Ansa. Nella giornata di oggi è stata recapitata agli interessati la comunicazione di chiusura dell’indagine, da cui emergono le accuse menzionate sopra. Prima del deferimento giocatori e club potranno patteggiare una sanzione ridotta, come previsto dal codice di giustizia sportiva. Le accuse ai due giocatori hanno escluso quindi, almeno così si suppone, che il riferimento di Ibrahimovic ai riti voodoo della madre di Lukaku fosse a sfondo razzista.

Che cosa era successo tra Ibra e Lukaku

Ibrahimovic e Lukaku erano stati protagonisti di una furibonda rissa verbale un mese e mezzo fa, quando i due si erano insultati pesantemente, coinvolgendo anche i rispettivi familiari. Tutto era cominciato per un fallo di Romagnoli al quale l’attaccante dell’Inter aveva reagito male e il fuoriclasse svedese era subito accorso a difendere il suo capitano prendendo di mira il belga. Da lì è nato tutto, con una semplice ammonizione per entrambi da parte dell’arbitro Valeri.

La rissa non era finita lì perché, terminato il primo tempo, Lukaku al rientro negli spogliatoi per l’intervallo, è andato a cercare di nuovo Ibrahimovic, stavolta non testa contro testa ma per mettergli le mani addosso, e il bomber nerazzurro era stato trattenuto a stento dal team manager Tagliacarne.

OMNISPORT | 10-03-2021 18:37

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...