,,
Virgilio Sport SPORT

Crisi Juve:Briatore irrompe con una certezza su Cristiano Ronaldo

L'imprenditore dell'intrattenimento ed ex manager di F1, Flavio Briatore, da tifoso della Juve è intervenuto sul futuro di CR7

Flavio Briatore fa notizia, comunque. Anche se si tratta di Juventus, vaccini e dell’operato del Governo Draghi: le sue esternazioni sono molteplici e si insinuano su diversi fronti, che si intersecano con la sua attività imprenditoriale. Secondo l’ex manager di Formula 1, Cristiano Ronaldo e il futuro che lo attendono sono strettamente legate ad Andrea Agnelli e alle scelte che verranno effettuate rispetto alla dirigenza di fedelissimi di cui si è circondato.

Il futuro di Cristiano Ronaldo: la certezza di Briatore

L’incertezza sul rinnovo di Cristiano Ronaldo occupa ormai spazi e titoli importanti: Real Madrid o meno, secondo Briatore intervenuto sul tema a Tiki Taka la condizione imprescindibile perché CR7 rimanga a Torino è solo una.

“La vera tragedia è la qualificazione tra i primi quattro. Senza Champions mancherebbero 100 milioni di introiti e sul bilancio della società peserebbero tantissimo. La presenza di Ronaldo è legata alla prossima Champions. Senza Ronaldo potrebbe uscire…”, ha spiegato in diretta, collegato dalla sua casa di Montecarlo dove ha trascorso la Pasqua con la ex moglie, Elisabetta Gregoraci, e loro figlio Nathan Falco.

Il vuoto a centrocampo della Juve: l’analisi di Briatore

Da tifoso più che insider, l’imprenditore ha palesato le sue personali difficoltà di comprensione del progetto di cui i vertici bianconeri avevano comunicato la profondità e le prospettive a inizio stagione, quando venne annunciato Andrea Pirlo:

“La cosa che mi fa strano è che fino a qualche anno fa noi juventini sapevamo la formazione, sapevamo che c’era un blocco di campioni insostituibili. Oggi chi sono i titolari della Juventus? Io non so se è colpa di Paratici o di Pirlo…”

“Abbiamo comprato Rabiot che nessuno voleva. L’unico centrocampista che abbiamo è Arthur che ha fatto però solo 12 partite. A centrocampo abbiamo solo delle mezzale. Non abbiamo gregari che lavorano. Non c’è un punto di riferimento in mezzo al campo”, la preoccupazione palesata da Briatore.

Il crollo finanziario senza Champions

Oltre ai mancati introiti a livello finanziario, l’assenza di una qualificazione farebbe vacillare il presunto equilibrio tra dirigenza e staff tecnico, imponendo un aut aut:

“Spero che ci sia un po’ d’orgoglio – le sue parole a Tiki Taka -. Non c’è anima in questa squadra, non c’è lo spirito giusto. Per vincere contro il Napoli non dobbiamo giocare come con Torino, come col Benevento. L’ultima partita giocata bene è stata quella con il Milan. Può starci dopo nove scudetti periodo transizione però devono cambiare 4-5 giocatori e sperare di entrare in Champions League…”

VIRGILIO SPORT | 06-04-2021 14:36

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...