Virgilio Sport

Crisi Juventus, Max Allegri rivede gli obiettivi e fa un annuncio

L'allenatore dei bianconeri non fa drammi dopo la sconfitta di Napoli, ma ammette: "Dobbiamo entrare almeno tra le prime quattro". Poi rinnova la fiducia a Szczesny, protagonista ancora in negativo.

Pubblicato:

Ai tifosi della Juventus e a Max Allegri non resta che aggrapparsi alla cabala. La sconfitta in casa del Napoli nella terza giornata di campionato tiene i bianconeri inchiodati ad un punto in classifica dopo 270 minuti.

Lo stesso bottino il tecnico livornese lo aveva raccolto nel 2015-2016, perdendo contro Udinese e Roma e pareggiando contro il Chievo.

A fine stagione arrivò poi lo scudetto grazie a una rimonta poderosa fatta da 26 risultati utili di fila e 15 vittorie consecutive.

Pensare oggi di ripetersi sembra però utopia, anche se al termine della gara del “Maradona” l’allenatore della Juventus, intervenuto ai microfoni di ‘Dazn’, non dispera:

“Oggi non ho nulla da rimproverare alla squadra. Contro l’Empoli siamo stati frenetici, oggi abbiamo fatto una buona partita come avevo chiesto. Purtroppo siamo stati puniti da degli errori, peccato perché la partita si era messa bene e l’avevamo in mano. Rispetto all’ultima gara abbiamo fatto passi da gigante, giocare a Napoli non è semplice per nessuno e noi ci siamo riusciti nonostante le tante assenze”.

La classifica però piange e la zona scudetto rischia di allontanarsi pericolosamente.

Allegri prova a dribblare la domanda sugli obiettivi di una stagione nata male, ma ci riesce solo in parte: “Abbiamo vissuto momenti peggiori, dobbiamo stare tranquilli e pensare a vincere la prima partita, provando a partire bene almeno in Champions martedì contro il Malmoe. Poi penseremo al Milan. Bisogna sbloccarsi e risalire la classifica per rientrare almeno tra le prime quattro”.

Tra i protagonisti in negativo ancora Woicjech Szczesny, colpevole sul gol del pareggio del Napoli.

Allegri però butta acqua sul fuoco e rinnova la fiducia al portiere polacco: “Purtroppo è un momento in cui ci va tutto storto, la palla non entra e gli episodi ci vanno contro. Szczesny non aveva fatto parate prima di quel tiro che gli è sfuggito, ma è un grande giocatore e martedì sarà sicuramente ancora a difesa della nostra porta. Volevo fare la prima sostituzione prima del gol del pareggio, poi non volevo fare la terza prima del calcio d’angolo, l’ho fatta e abbiamo subito gol. Va così, ma ci rialzeremo”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...