Virgilio Sport

Danimarca-Inghilterra 1-1: Kane fa e disfa, Bellingham delude, 'italiani' protagonisti tra i biancorossi

L'Inghilterra delude nella seconda uscita: Kane sblocca la gara, ma poi rovina tutto consentendo all'ex Lecce Hjulmand di pareggiare. Disastroso il terzino del Bologna Kristiansen

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

L’Inghilterra non sfonda contro la Danimarca nella seconda giornata del Gruppo C di Euro2024. A Francoforte apre le danze Kane, poi pareggia l’ex Lecce Hjulmand: con 4 punti la squadra di Southgate mantiene la vetta del girone, ma non arrivano segnali confortanti dal punto di vista del gioco per i Tre Leoni. Secondo pareggio per i biancorossi che salgono a quota 2.

Danimarca-Inghilterra: Kane croce e delizia

Il primo guizzo è di Foden, che penetra in area dopo aver saltato secco Hojbjerg ma poi non trova l’incrocio. Al 18′ Inghilterra avanti. Con chi? Kane, of course. Walker sfonda su sulla destra sfruttando una dormita colossale di Kristiansen e mette in mezzo per l’attaccante del Bayern Monaco per cui è un gioco da ragazzi insaccare. La Danimarca non si abbatte, alza il baricentro e al 34′ trova il pareggio con una splendida rasoiata dalla distanza dell’ex Lecce Hjulmand. Il gol dell’1-1 biancorosso è stato propiziato da un passaggio sciagurato di Kane in mezzo al campo che ha favorito il centrocampista dello Sporting. Si chiude così un primo tempo in cui l’Inghilterra ha deluso.

Brutta Inghilterra: le mosse di Southgate non incidono

A inizio ripresa ancora uno spunto di Foden, ma il suo tiro si stampa sul palo. Southgate non è soddisfatto e rivoluziona tutto il reparto offensivo: verticalizzazione di Bellingham per Watkins e gran risposta di Schmeichel in uscita. La Danimarca continua a creare grattacapi agli avversari, mentre in casa Inghilterra la luce è spenta. Il distratto Guehi quasi consente a Bah di segnare, quindi è il turno di Hojbjerg che sfiora l’incrocio. Ma il risultato non cambia e il risultato sta stretto ai danesi, che avrebbero meritato di conquistare l’intera posta in palio. Per Southgate c’è tanto lavoro da fare, in termini di gioco, testa e condizione. A dimostrazione di ciò i fischi piovuti su Bellingham e compagni al triplice fischio.

Top e flop dell’Inghilterra

  • Foden 6,5: L’unico a provare lo spunto personale, il guizzo, la giocata a sorpresa. Ma il palo gli nega la gioia del gol.
  • Saka 6,5: Tra i più ispirati dei suoi. Fa ammattire Kristiansen ed è una minaccia costante sulla fascia.
  • Walker 6,5: Dopo essersi accasciato per un problema alla caviglia, il calciatore del Manchester City dimostra di aver smaltito il fastidio bruciando Kristiansen con uno scatto da urlo e servendo a Kane l’assist per l’1-0.
  • Kane 6: Ed ecco il primo sigillo del numero 9 dei Tre Leoni. Ma poi rovina tutto con un passaggio senza senso che permette a Hjulmand di pareggiare.
  • Bellingham 5: Decisivo con la Serbia, mai in grado di incidere contro la Danimarca. Passaggio a vuoto per la stella del Real Madrid, che si è limitato a una verticalizzazione per Watkins. Troppo poco.
  • Guehi 5: L’anello debole della retroguardia inglese. Il difensore del Crystal Palace commette errori su errori.

Top e flop della Danimarca

  • Hjulmand 7: A Lecce ha lasciato un bellissimo ricordo. Chissà se ai tifosi giallorossi è scesa una lacrimuccia nel vedere il gol pazzesco che ha realizzato il centrocampista dello Sporting.
  • Eriksen 6,5: L’ex Inter è il cervello di una Danimarca che non rinuncia mai a giocare.
  • Schmeichel 6,5: A 37 anni dimostra di avere ancora riflessi felini sbarrando la strada a Watkins con un’uscita provvidenziale.
  • Hojbjerg 6,5: Dopo averlo avuto al Tottenham, Conte lo riabbraccerebbe volentieri anche a Napoli: prova maiuscola del centrocampista degli Spurs.
  • Vestergaard 5,5: Lascia la marcatura di Kane per andare incontro al pallone nel tentativo di rimediare all’erroraccio di Kristiansen. Ma così facendo lascia solo soletto l’ex Tottenham.
  • Kristiansen 4,5: Preoccupato da Saka, non si accorge dell’arrivo di Walker che poi pesca Kane in mezzo per il vantaggio inglese. Che dormita per il giovane terzino del Bologna, in costante affanno.

Europei: tutte le classifiche

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...