Virgilio Sport

David Coulthard tra Michael Schumacher e W Series

L'ex pilota scozzese ha parlato del tedesco e di un campionato in ascesa.

24-11-2020 11:09

L’ex pilota di Formula 1 David Coulthard è stato protagonista di una lunga intervista con StatsPerform. Numerosi i temi toccati dallo scozzese. A partire da Michael Schumacher.

Ho avuto modo di conoscerlo meglio nel periodo in cui correvamo – ha detto -. Anche se in pista c’è stato qualche screzio in qualche occasione, abbiamo comunque avuto modo di passare del tempo insieme fuori: erano momenti nei quali bevevi qualcosa insieme, rilassandoti e discutendo. Per Michael la famiglia è molto importante e quelli che lo conoscono lo sanno bene. Io vengo da un villaggio e quindi condivido questo modo di pensare. Ovviamente tutti si augurano un pieno recupero da parte di Michael e in futuro magari accadrà. Il figlio Mick non ha altre strade se non crearsi la sua“.

“Mick sta facendo il suo esordio in F1, è figlio di un sette volte campione del mondo eguagliato da Lewis Hamilton. È un’eredità importante, ma alla fine non si tratta di questo, piuttosto di costruirsi il proprio futuro da solo“ ha aggiunto l’ex Williams.

Coulthard si è poi soffermato sull’accordo tra W Series (campionato che si prefigge di incoraggiare la partecipazione femminile al mondo delle corse automobilistiche, ndr) e F1: “Ho sempre creduto nell’importanza di raggiungere le piattaforme più conosciute per promuovere le donne nelle corse sportive – ha precisato -. Ovviamente l’obiettivo è quello di dare la possibilità a chi corre in W Series di gareggiare nelle categorie che preferiscono. Recentemente si è parlato molto dei piloti donna in F1. Personalmente non ne faccio una questione di sesso o di quote rosa. È chiaro che un pilota con il talento di Lewis Hamilton troverà un posto in F1. Ma ci sono tanti piloti uomini che ci hanno provato e non ci sono riusciti. Per noi l’obiettivo è quello di formare professionalmente piloti donna che vogliono fare parte delle corse sportive. Grazie alla collaborazione con la FIA sarà possibile far crescere giovani piloti donna fino alla F1“.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...