Virgilio Sport

Ecco come Inzaghi ha ricompattato l’Inter: e ora torna anche Lukaku

Le mosse con cui il tecnico ha restituito gioco, certezze e vittorie ai nerazzurri, che con la Salernitana hanno centrato il 4° risultato utile consecutivo

Pubblicato:

Inter “fuori dal tunnel”. Il successo di qualche anno fa di Caparezza descrive a perfezione il momento della squadra di Simone Inzaghi, risorta proprio nel momento di maggiore difficoltà, ovvero dopo le due sconfitte consecutive contro Udinese e Roma in campionato.

Inter ricompattata da Inzaghi

Due k.o. che hanno messo lo stesso Inzaghi al centro del mirino dei tifosi, molti dei quali sono arrivati a chiederne addirittura l’esonero. E che hanno preceduto le due sfide col Barcellona in Champions League: le partite che avrebbero potuto segnare l’eliminazione dei nerazzurri dalla massima competizione europea ne hanno invece segnato il rilancio.

Merito di Inzaghi, tornato a vincere anche in campionato, prima in casa del Sassuolo e poi, ieri, contro la Salernitana: quattro risultati utili consecutivi tra serie A e Europa che hanno rilanciato le ambizioni dei nerazzurri. Ma come ha fatto Inzaghi a ricompattare l’Inter?

Le mosse di Inzaghi per rilanciare l’Inter

La mossa chiave è stata quella di affidarsi ai giocatori italiani, dare loro fiducia e stimolare così la competitività con gli stranieri di maggiore qualità. Contro il Sassuolo Inzaghi risparmiò De Vrij e Skriniar, schierando un’inedita difesa a tre con Bastoni, Acerbi e D’Ambrosio, per poi tornare a mettere in campo i due centrali stranieri contro il Barcellona al Camp Nou. Risultato? Gruppo più compatto negli spogliatoi e Inter più decisa in campo. Importante, poi, anche la promozione di Onana a titolare tra i pali, a scapito di Handanovic, molto discusso dai tifosi.

Secondo quanto rivelato da Alessandro Bastoni alla Gazzetta dello Sport, infine, è risultata fondamentale anche una chiacchierata tra i giocatori dopo il k.o. con la Roma. “C’è stato un confronto importante tra noi giocatori dopo quel periodo iniziale dove forse c’erano state troppe lamentele. Ognuno voleva dare la colpa all’altro, invece facendo mea culpa era necessario uscire da quel momento. Nessuno remava contro, quello che mancava era il saper soffrire”.

L’Inter ora attende Lukaku

Ora, per compiere l’ultimo step dell’operazione rilancio, l’Inter attende il rientro di Romelu Lukaku. Il centravanti belga, assente per infortunio dalla terza giornata di campionato, potrebbe tornare in campo sabato nel match in casa della Fiorentina: il suo rientro sarebbe fondamentale per l’Inter e in particolare per Lautaro Martinez, che tornerebbe ad avere accanto il compagno di squadra col quale vanta il maggior feeling.

Con la coppia “Lu-La” in avanti, l’Inter potrebbe davvero concentrarsi sulla rimonta in una classifica che attualmente la vede al 7° posto con 8 punti di ritardo dal Napoli capolista.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...