Virgilio Sport

Emergenza Juve, dalla guerra colpo last minute: "Può giocare subito"

La decisione della FIFA di liberare gli stranieri in Russia e Ucraina riaccende il mercato della Juve che ha un obiettivo per sopperire alle assenze

Pubblicato:

Il calciomercato non chiude mai. Una frase fatta per sottolineare che le trattative esistono anche fuori dalle date canoniche, tra rinnovi e ammiccamenti per la prossima stagione. Ma in questo caso il mercato ha davvero riaperto i battenti. La decisione della Fifa in queste ore di liberare i giocatori stranieri dei campionati russi e ucraina ha di fatti rimesso all’opera procuratori, agenti e dirigenti per qualche colpo last minute. La Juventus in particolare ci sta pensando vista la grande emergenza che sta vivendo la squadra di Allegri. Sul web il tifo bianconero si interroga sul nome nuovo per il centrocampo.

Guerra, dalla FIFA “liberi tutti in Russia e Ucraina”

La Fifa, con un comunicato di ieri, ha annunciato la decisione di andare incontro ai giocatori (e allenatori) stranieri presenti in Ucraina e Russia, i Paesi coinvolti nella guerra: sarà permesso loro di giocare per un’altra squadra fino alla fine della stagione. In particolare: in Ucraina tutti i contratti di giocatori e allenatori stranieri dei club ucraini sono automaticamente sospesi fino al 30 giugno 2022 e in Russia, nel caso in cui i club russi non raggiungano un accordo reciproco con i rispettivi giocatori e allenatori stranieri entro il 10 marzo 2022.

Un “liberi tutti” per i giocatori stranieri in Russia e Ucraina, vale anche ad esempio per De Zerbi, allenatore dello Shakhtar, recentemente ritornato in Italia dopo l’esplosione della guerra in Ucraina, a patto che la firma con la nuova squadra avvenga entro il 7 aprile 2022. I club avranno diritto a registrare un massimo di due giocatori.

Mercato: la Juventus piomba su Marcos Antonio

La grande emergenza che la Juve sta vivendo in questo momento con ben 10 indisponibili per la trasferta di Genova, sabato prossimo con la Samp, porta inevitabilmente la società bianconera a pensare di tornare immediatamente sul mercato e tesserare uno dei tanti “big” che in queste ore sono stati liberati dalla Fifa. Specie a centrocampo dove le assenze di Zaccaria e McKennie stanno costringendo i vari Arthur, Locatelli e Rabiot agli straordinari.

Marcos Antonio è il nome per la Juventus che sta circolando in queste ore sulla scrivania di Cherubini, Nedved e Arrivabene: brasiliano classe 2000 che può giocare da centrale in un centrocampo a 4 anche se le sue caratteristiche vengono esaltate quando gioca da mezzala in un centrocampo a 3.

A sostenere la sua candidatura è Carlo Nicolini, dirigente dello Shakhtar Donetsk, rientrato in Italia, dalle colonne di ‘Tuttosport’: “Fossi nella Juventus, penserei a Marcos Antonio, un nome capace di aumentare dinamismo e qualità nel centrocampo. E’ un giocatore anche tecnico e si inserisce tanto. Può essere anche un’occasione per testare un giocatore da vicino con qualche mese di anticipo e investendo per il futuro”

Juve su Marcos Antonio, tifosi spaccati sul web

I social a tinte bianconere hanno accolto questa possibilità last minute del mercato Juve tra entusiasmo e scetticismo, come al solito, ci sono pareri pro e contro l’operazione. “Ragazzi, magari esagero e sono di parte, ma Marcos Antonio dello Shakhtar è da prendere oggi, no domani. A me in alcune movenze e come tratta la palla ricorda molto Thiago Alcantara” arriva a scrivere un tifoso, ma ci sono quelli che proprio non lo vedono con la casacca della Vecchia Signora: “Marcos Antonio non ci azzecca nulla con la Juve. Mezz’ala di qualità di 166cm che è a 1 gol in stagione, ha capacità ottime di protezione palla ma occupa zone troppo profonde per finalizzare/fare il Mckennie, che è ciò che manca adesso”.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...