Virgilio Sport

Empoli-Genoa 0-0 pagelle: Luperto decisivo, De Winter un disastro, Spence fa perdere la speranza

Top e flop della partita Empoli-Genoa: Vasquez e Bani reggono i disastri di De Winter; Ismajli e Luperto salvano l'Empoli. Male Gudmunsson e Retegui.

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Non era il risultato che voleva ma può comunque sorridere Davide Nicola: da quando ha preso il posto di Andreazzoli una vittoria e due pari, ottenuti a Torino con la Juve e oggi contro un Genoa versione difensivista che, sotto gli occhi del ct Spalletti, ha badato soprattutto a non prenderle. Finisce 0-0 al Castellani e a vincere è solo la noia per una gara priva di grossi sussulti e di occasioni nitide, se si eccettua il miracolo di Caprile su Gudmundsson che stava premiando oltremodo il Grifone che ha chiuso in 10 uomini per l’espulsione di De Winter nel recupero. Un gol c’era stato, per la verità ma durato neanche 30 secondi, il tempo di rivedere la posizione di fuorigioco di Sabelli, autore di un gol al 26′ dall’interno dell’area di rigore dopo una ribattuta bassa di Caprile. Ancora a secco Zurkowski dopo la tripletta di due settimane fa che l’aveva messo sotto i riflettori. Piccolo passo avanti in classifica per l’Empoli che scavalca momentaneamente il Cagliari portandosi a 19 punti mentre il Genoa sale a 29 punti e vede ancora la zona Europa.

Empoli-Genoa, la chiave tattica della partita

Sorpresa tattica per Davide Nicola che schiera i padroni di casa con il 3-4-2-1 anziché con il 3-5-2, visto nelle precedenti due gare. Il Genoa di Gilardino, assente in panchina per squalifica, conferma il 3-5-2 con Gudmundsson al fianco di Retegui in avanti mentre in difesa c’è De Winter al posto di Vogliacco. Il Genoa resta basso senza scoprirsi troppo e cerca la costruzione di gioco dai difensori che lanciano in avanti verso gli attaccanti. L’Empoli invece preferisce giocare maggiormente sugli esterni e coprire il centro del campo per poi provare le ripartenze con i suoi trequartisti. Gilardino inverte Sabelli dal lato destro di centrocampo al lato sinistro per contenere maggiormente gli attacchi dell’Empoli con Bereszynski e Zurkowski.

Nel secondo tempo il primo ad abbandonare il campo è Malinovsky, dopo il colpo subito da Zurkowski, per Ekuban. Il Genoa cambia sistema di gioco e passa al 3-4-1-2. Nicola cambia due uomini: Cacace e Cancellieri al posto di Bereszynski e Cerri, fino ad allora unica punta in avanti. Il Genoa tenta il pressing offensivo solo con Ekuban e Retegui ma senza coinvolgere anche i suoi centrocampisti che restano dietro, compatti e in linea, senza scomporsi e provare a recuperare palla. Negli ultimi venti minuti di gioco entrambe le squadre alzano il ritmo, sfruttando le ripartenze o cross verso l’area, ma non trovano il gol.

Clicca qui per rivivere tutti i momenti salienti di Empoli-Genoa

I top e flop dell’Empoli

  • Cambiaghi 6.5. Recupera palla in fase di non possesso e riparte con rapidità verso la porta avversaria. Al 51′ colpisce un palo e continua la tradizione dei legni in questa Serie A per l’Empoli: si tratta del 7°.
  • Ismajli 6.5 Duro in fase difensiva, difficile da superare e attento nei passaggi. Vince tutti gli uno contro uno.
  • Luperto 6. Al 77′ salva sulla linea su un colpo di testa di Spence. Attento nelle chiusure in fase difensiva.
  • Caprile 6. Commette qualche ingenuità in alcune parate e rinvii dal fondo ma disputa una buona gara senza subire gol.
  • Cerri 5.5. Non segna dal 17 aprile 2021 (Cagliari-Parma) prova ad essere pericoloso ma non fa male a nessuno. Mal che va, fa da supporto ai suoi compagni di reparto, nonostante sia lui la prima punta.
  • Bereszynski 5.5. Poco attivo sulla destra, non supera Sabelli che tiene bene il campo.

I top e flop del Genoa

  • Sabelli 6.5. Era riuscito a fare il primo gol della gara con un tap-in su ribattuta bassa da calcio d’angolo, annullato per fuorigioco. Inizia da esterno destro di centrocampo e prova a far salire la squadra, poi viene invertito di lato con Spence, che passa sulla destra, per contenere maggiormente le ripartenze di Bereszynski e Zurkowski.
  • Vasquez 6.5. Si dimostra il migliore della difesa per gli interventi riusciti. Esce bene palla al piede ed è attento a tenere la linea difensiva. Salva di testa al 73′ da calcio piazzato.
  • Ekuban 6. Così come nella gara contro il Lecce, dà supporto ai due attaccanti e si aggiunge alla loro linea, in posizione sinistra, in fase offensiva.
  • De Winter 4.5. Fa un duro fallo, evitabile, al 65′ e si becca un giallo dopo una prestazione con luci ed ombre. Ostacola involontariamente un colpo di testa di Retegui, probabilmente destinato in rete. Espulso per doppio giallo, dopo un intervento su Fazzini dal limite dell’area.
  • Gudmundsson 5.5. E’ capace di creare superiorità numerica ma non è in partita e si vede, troppi errori e poco pericoloso. Sbaglia il gol della vittoria all’ 89′.

Empoli-Genoa: il tabellino del match

EMPOLI (3-4-2-1): Caprile; Ismajli, Walukiewicz, Luperto; Bereszynski (54′ Cacace), Maleh, Grassi (73′ Kovalenko), Gyasi; Zurkowski (73′ Destro), Cambiaghi (85′ Fazzini); Cerri (54′ Cancellieri). All: Nicola.
GENOA (3-5-2): Martinez; De Winter, Bani, Vasquez; Sabelli (77′ Martin), Frendrup, Badelj , Malinovskyi (45′ Ekuban), Spence; Retegui (77′ Vitinha), Gudmundsson. All: Gilardino.
ARBITRO: FELICIANI.
Note: AMMONITI: 53′ Walukiewicz , 66′ De Winter, 73′ Sabelli , 75′ Cambiagi. ESPULSI: 90’+2′ De Winter per somma di ammonizioni, recupero +1′, +3′.

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali dell’Empoli

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...