,,
Virgilio Sport SPORT

ESport, qual è il tempo d'allenamento ideale per un bravo player?

Di media all'incirca 8 ore al dì, mentre nei casi più eclatanti anche dalle 12 alle 15 ore giornaliere. Anche se...

Diventare un atleta professionista di eSport, lo ripetiamo da un po’ di tempo ormai, richiede talento, impegno e, soprattutto, un duro e costante allenamento. Si è dibattuto molto su quale debba essere il training standard di un proplayer, specialmente in riferimento alle ore trascorse davanti allo schermo, che sia quello di un pc o di una consolle.

Basta leggere alcuni articoli e interviste ai professionisti del gamimg competitivo per fare una media dei tempi di allenamento: all’incirca 8 ore al dì, mentre nei casi più eclatanti anche dalle 12 alle 15 ore giornaliere. Naturalmente la durata del training può variare a seconda del titolo scelto.

La grande macchina che c’è dietro e dentro il fenomeno esportivo è composta da una serie di figure professionali che permettono di raggiungere gli alti livelli a cui assistiamo già da un po’: allenatori fisici, nutrizionisti e persino specialisti che aiutano i player a mantenere la giusta postura, dovendo questi trascorrere molte ore seduti.

Come abbiamo detto, l’allenamento varia a seconda del titolo in cui si sceglie di competere. Per avere un’idea più chiara in merito, The Esports Observer ha messo a confronto il training di alcuni player professionisti che competono su giochi diversi.

Tristan “PowerOfEvil” Schrage appartiene al Team OpTic Gaming e compete su League of Legends. Durante il campionato del mondo di League of Legends, Schrage ha svolto un allenamento che consisteva in 3 ore di sessioni di partite di prova (scrim), alternate da 3 ore di pausa e poi di nuovo altre 3 ore di scrim. Il proplayer non si è detto entusiasta di quel programma di training, preferendo una pausa di un’ora tra una partita e l’altra.

Khoo “Ohaiyo” Chong Xin, che gioca in Fnatic su Dota 2, si è formato in Malesia: “Non avevamo regole o orari per la nostra formazione; ci svegliavamo alle 16 e giocavamo quanto volevamo, anche fino a mezzanotte. Adesso invece ci svegliamo sempre tra le 10 e le 11, ci sentiamo freschi, ci sentiamo sani, stiamo mangiando del buon cibo. Prima, non ci importava, sempre fast food o altro” – ha spiegato. E con la squadra si allena almeno 8 ore al dì, circa 6 partite al giorno.

Possiamo dire, allora, che l’allenamento ottimale è quello che comprende la preparazione fisica, tattica, con attenzione alla dieta e alla salute mentale degli atleti esportivi. Sulla durata ideale del training non possiamo dare una ‘regola’ perché, come abbiamo visto, può variare non solo da titolo a titolo, ma anche da torneo a torneo.

HF4 | 16-08-2018 09:00

ESport, qual è il tempo d'allenamento ideale per un bravo player? Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...