Virgilio Sport

Europa League, pagelle Atalanta-Bayer Leverkusen 3-0: Lookman e Gasp da 10 e lode. La Roma vede la Champions

Top e flop della partita Atalanta-Bayer Leverkusen, valevole per la finale di Europa League: l'imbattibilità dei tedeschi cade sotto i colpi di Lookman, autore di una tripletta.

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Il cielo sopra Dublino è nerazzurro. Magnifica, immensa, spaziale Atalanta, che conquista la prima Europa League della sua storia compiendo un’impresa titanica. Perché al tappeto è finito il Bayer Leverkusen, che ha dominato la Bundesliga e in questa stagione non era mai stato sconfitto. Lo ripetiamo: mai. Eroe della notte irlandese è Lookman, autore della tripletta con cui la Dea meravigliosamente guidata da Gasperini ha tramortito Xabi Alonso. Di seguito le pagelle dell’Atalanta, top e flop del Bayer Leverkusen e il tabellino del match. Festeggia pure la Roma, che ora vede vicinissima la qualificazione in Champions (l’Atalanta non deve arrivare quarta).

Atalanta-Bayer Leverkusen, la chiave della partita

Gasperini senza De Roon: c’è Koopmeiners in mediana con De Ketelaere e Lookman al servizio di Scamacca. Nel 3-4-2-1 disegnato da Xabi Alonso il gioiellino Wirtz è schierato in posizione di falso nove. La Dublino nerazzurra esplode di gioia al 12′: Koopmeiners premia la sovrapposizione di Zappacosta, cross teso in mezzo e tap in vincente di Lookman che brucia sul tempo un frastornato Palacios. L’Atalanta è letteralmente scatenata e mette alle corde gli invincibili del Bayer Leverkusen, che non riesce mai a trovare la giocata in verticale per innescare le sue frecce. E infatti arriva anche il raddoppio, sempre griffato Lookman. Adli consegna palla in maniera sciagurata all’attaccante nigeriano, che salta secco Xhaka e trova l’angolino da fuori: un capolavoro. I tedeschi rispondono con un pallonetto di Grimaldo a tu per tu con Musso, ma il portiere orobico è bravo a intercettare.

Rivivi tutte le emozioni di Atalanta-Bayer Leverkusen

La ripresa si apre con due cambi: Gasp è costretto a inserire Scalvini per l’infortunato Kolasinac, Xabi Alonso irrobustisce l’attacco con Boniface. Ma è sempre la Dea a creare pericoli: provvidenziale l’intervento in scivolata di Hincapié su De Ketelaere che stava per spingere in rete l’assist da urlo di Koopmeiners. Poi è Frimpong a non trovare la porta da ottima posizione. Ma l’Atalanta e Lookman sono in serata di grazia e arriva anche il tris con una ripartenza micidiale: assist di Scamacca per l’ex Leicester che batte ancora Kovar. Sì, il cielo sopra Dublino è nerazzurro: l’Europa League è dell’Atalanta che scrive il suo nome nell’albo d’oro del trofeo.

Atalanta, che cosa ha funzionato

Il piano tattico di Gasperini ha funzionato come neanche nel più bello dei sogni. La Dea si è resa protagonista di un avvio di partita feroce, mettendo all’angolo i campioni di Germania, approdati in finale di Europa League da imbattuti. Pressione, fisicità, testa e… Lookman: il meglio del Gasp, che come la punta nigeriana merita un 10 e lode, a coronamento di un incredibile percorso iniziato otto anni fa.

Atalanta, che cosa non ha funzionato

Se proprio bisogna trovare un neo alla prestazione dell’Atalanta, allora evidenziamo la prova troppo timida di De Ketelaere. Come nella finale di Coppa Italia, il belga non è riuscito a incidere.

Le pagelle dell’Atalanta

  • Musso 6,5: Non si lascia ingannare dal pallonetto di Grimaldo e legge bene un inserimento di Wirtz potenzialmente letale. Attento nelle uscite.
  • Djimsiti 7: Si becca un giallo ingenuo dopo poco più di 20 minuti, ma nonostante il cartellino tiene botta.
  • Hien 7: Lo svedese ingaggiato a gennaio dal Verona viene preferito a Scalvini e disputa una finale da applausi.
  • Kolasinac 7: L’ex Arsenal fa valere tutta la sua esperienza mettendoci grinta e fisico. A Dublino in formato the wall, ma all’intervallo è costretto ad arrendersi. Scalvini (7 dal 46′: Entra benissimo in partita e non fa rimpiangere il compagno di squadra).
  • Zappacosta 7: Meraviglioso l’assist per Lookman ma anche il precedente inserimento con cui manda a farfalle Grimaldo, non proprio l’ultimo arrivato. Hateboer (sv dall’84’).
  • Ederson 7,5: Semplicemente immenso. Il brasiliano scovato da quel genio di Sabatini in Brasile è inesauribile, pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Gasperini. Cuore, polmoni, gambe: ha tutto.
  • Koopmeiners 7,5: Schierato in posizione di mediana per sopperire all’assenza di De Roon, avvia l’azione dell’1-0 premiando la corsa di Zappacosta. Prezioso in ogni zona del campo: quando si dice ‘tuttocampista’.
  • Ruggeri 7: Quando può, affonda. E nelle situazioni rischiose bada al solo spazzando senza troppi fronzoli. Perché l’old school è sempre una garanzia. Toloi (sv dal 91′).
  • De Ketelaere 6: L’avvio è promettente, ma dura poco e le due occasioni del Bayer nella prima frazione sono frutto di suoi errori. Troppo timido. Pasalic (7 dal 57′: Sradica il pallone dai piedi del disastroso Hincapié e dà il via alla ripartenza del 3-0).
  • Lookman 10 e lode: Spietato nel bruciare Palacios e insaccare il gol più importante della sua carriera. Il raddoppio, poi, è una vera e propria perla. Così come il sigillo del 3-0. Sì, il nigeriano merita anche la lode, perché ha scritto la storia dell’Atalanta. Indemoniato.
  • Scamacca 7: Se l’Atalanta è arrivata a giocarsi la finale di Europa League, molto lo si deve ai suoi gol. Non timbra il cartellino in finale e a lungo non brilla, ma poi è decisivo nell’azione del 3-0. Touré (sv dall’84’).

Top e flop del Bayer Leverkusen

  • Wirtz 5: Il gioiello di casa Leverkusen è fagocitato dai giganti vestiti di nerazzurro.
  • Grimaldo 5: Male in copertura su Zappacosta e si divora un gol fatto tentando un pallonetto senza capo né coda.
  • Xhaka 4,5: Il motore del Bayer si è guastato nel momento decisivo. Lo svizzero ancora si sta guardando intorno alla ricerca di Lookman, che lo ha dribblato con estrema facilità in occasione del 2-0.
  • Palacios 4,5: Si addormenta in area in maniera clamorosa consentendo a Lookman di sbloccare la finale.
  • Adli 4: Un suo maldestro e scagurato intervento innesca Lookman che fredda ancora Kovar.
  • Tapsoba 4: Che sarebbe stata una serataccia lo si è capito dopo una manciata di minuti, quando serve un assist a CDK che non ne approfitta. Completamente in bambola visto che dalle sue parti staziona Lookman, sbaglia anche facili appoggi.

Il tabellino di Atalanta-Bayer Leverkusen

Atalanta (3-4-2-1): Musso; Djimsiti, Hien, Kolasinac (46′ Scalvini); Zappacosta (84′ Hateboer), Ederson, Koopmeiners, Ruggeri (91′ Hateboer); De Ketelaere, Lookman; Scamacca (84′ Touré). A disposizione: Carnesecchi, Rossi, Holm, De Roon, Bakker, Adopo, Miranchuk. Allenatore: Gasperini

Bayer Leverkusen (3-4-2-1): Kovar; Hincapié, Tah, Tapsoba; Frimpong (81′ Tella), Xhaka, Palacios (69′ Andrich), Stanisic (46′ Boniface); Adli, Grimaldo (69′ Hlozek); Wirtz (81′ Schick). A disposizione: Hradecky, Lomb, Kossounou, Hofmann, Borja Iglessias, Arthur, Puerta. Allenatore: Xabi Alonso

Arbitro: István Kovács

Ammoniti: Djimsiti, Scamacca, Wirtz, Zappacosta, Koopmeiners, Andrich

Marcatori: 12′, 25′ e 75′ Lookman

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...