Virgilio Sport

Europa League, Sheriff-Roma 1-2: Mourinho contento a metà, l'ammissione su Renato Sanches

I giallorossi hanno iniziato bene il cammino europeo, ma il tecnico portoghese non è completamente soddisfatto della partita: e si lascia andare a una considerazione amara sul centrocampista

Pubblicato:

Inizia nel migliore dei modi il cammino della Roma in Europa League: successo per 2-1 in casa dello Sheriff Tiraspol e primi tre punti del girone G. Un autogol di Kiki su un tiro di Paredes, e il secondo sigillo stagionale di Lukaku al termine di una bella azione corale valgono la vittoria nel gruppo con Slavia Praga, a sua volta vincente sul Servette.

Roma, tre punti senza incantare

Ma non è certo stata la Roma vista contro l’Empoli domenica sera: la squadra di Mourinho è apparsa timida, poco decisa nei contrasti e con poca fluidità di possesso. Insomma, una lontana parente di quella che ha travolto i toscani nello scorso turno di campionato. A questo si aggiunge anche una nota stonata dall’infermeria. Al 28′ si è fermato infatti Renato Sanches, che ha chiesto il cambio ed è stato sostituito da Paredes. La Roma si gode i tre punti in vista del prossimo impegno contro il Servette del 5 ottobre, ma lo Special One non è del tutto soddisfatto di quanto visto.

Roma, le parole di Mourinho

“Non mi è piaciuto il primo tempo – ha detto a Sky – né individualmente né collettivamente, troppo lenti e senza aggressività, non avevamo controllo del gioco e abbiamo ottenuto l’1-0 per miracolo. Dopo il pareggio nel secondo tempo mi è piaciuta la reazione e il controllo della partita. Secondo me alla fine la vittoria è meritata”. Il discorso cade su Renato Sanches: “Renato Sanches e Aouar hanno bisogno di giocare e di ritmo. Renato purtroppo è questo, è un giocatore che sta sempre a rischio, è difficile da capire. Era super a posto per giocare oggi ma purtroppo è così. Aouar ha un ritmo basso dovuto alla paura post infortunio, deve recuperare i livelli di gioco.”

Mourinho esalta Bove e Lukaku

Il tecnico non manca di sottolineare la prestazione di Bove: “Bove è uno come gli altri, è un giocatore affidabile e sappiamo cosa può fare. Due anni fa andava in prestito in Serie C, oggi ha il potenziale per poter giocare titolare”. Infine, un passaggio su Lukaku, ancora in gol: “Lukaku ha una struttura fisica che lo obbliga a dover giocare, gli serve agilità e coordinazione e la troverà soltanto giocando. Ho deciso di lasciare il cambio di Lukaku per gli ultimi 10 minuti ma ha bisogno di minutaggio”. Due partite, quattro gol: la coppia Lukaku-Dybala inizia comunque a far vedere di cosa è capace: l’azione del secondo gol è infatti partita dal piede dell’argentino, è stata rifinita magistralmente da Cristante e conclusa dal belga con la solita potenza fisica.

Roma, il messaggio di Zalewski

Alle parole di Mourinho si sono aggiunte, anche se affidate al web, quelle di Nicola Zalewski, che ha condiviso un messaggio di gioia su Instagram dopo la vittoria della Roma per 1-2 contro lo Sheriff Tiraspol nella prima giornata del gruppo G di Europa League. “Inizia con 3 punti il nostro cammino europeo. Daje Roma. Subito testa alla prossima”, il messaggio del terzino polacco.

Europa League, Sheriff-Roma 1-2: Mourinho contento a metà, l'ammissione su Renato Sanches

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...