Virgilio Sport

Europei Volley Femminili 2023 dove vedere Italia-Svizzera in tv. Azzurre col dubbio Egonu

Le ragazze di Mazzanti tornano in campo venerdì 18 agosto per la seconda sfida della competizione europea: in campo a Monza dalle 21, partita trasmessa da Rai3 e Sky Sport Summer. In streaming su RaiPlay

17-08-2023 22:22

Venerdì 18 agosto a Monza c’è la Svizzera (ore 21, diretta Rai 3 e Sky Sport Summer), secondo ostacolo di un campionato Europeo che per l’Italvolley femminile di Davide Mazzanti sul campo è cominciato sul velluto. Troppo debole la Romania per poter opporre resistenza, per giunta nell’incantevole cornice dell’Arena di Verona che ha offerto un colpo d’occhio ferragostano al bacio.

Ma del netto 3-0 rifilato alle rumene sui media di mezzo mondo non se n’è avuta quasi traccia: i riflettori se l’è presi tutti il “triangolo” che ha visto coinvolti appunto Mazzanti, Paola Egonu ed Ekaterina Antropova.

Dove vedere Italia-Svizzera in tv

Le opzioni per assistere in televisione alla seconda sfida delle Azzurre nella competizione europea sono varie: la partita comincia alle 21, prevista la diretta tv su Rai 3 e Sky Sport Summer.

Chi volesse seguire la gara in streaming lo può fare utilizzando la piattaforma online della Rai, ovvero Raiplay.

Il Ct, il miglior opposto al mondo e la rivelazione

Nell’ordine: commissario tecnico, e quindi persona deputata a scegliere chi mandare in campo. Miglior opposto al mondo, universalmente riconosciuta come una delle giocatrici più forti del pianeta. Rivelazione dell’ultima stagione di Serie A, nonché fresca cittadina italiana (è nata in Islanda da genitori russi) e lanciata sul palcoscenico come il nuovo guru del volley femminile.

Ingredienti scoppiettanti per un mix che rischia di produrre effetti indesiderati, seppur (sulla carta) la ricetta finale potrebbe anche rivelarsi gustosa e saporosa come poche altre al mondo. Chef Mazzanti sa quanto sia labile il confine tra trionfo e fallimento: molte delle fortune della nazionale passeranno anche dalla gestione del caso che ha impazzato sui giornali nel cuore delle vacanze di quasi tutti gli italiani.

Conferme in vista

Contro la Svizzera il pronostico appare scontato, ma la curiosità degli appassionati sarà tutta rivolta alle scelte operate in avvio da Mazzanti. Che pure dovrebbe ripartire dal sestetto ammirato all’esordio contro la Romania, quindi con Antropova opposto e Orro alla regia, Sylla e Pietrini schiacciatrici, Danesi e Lubian centrali e Fersino libero.

Di sorprese non ce ne dovrebbero essere poi molte: l’andazzo è chiaro a tutti, nella testa del commissario tecnico è l’ultima arrivata la titolare nel ruolo di opposto. Piuttosto ci sarà da capire come verrà impiegata Egonu, se in sostituzione della stessa Antropova (come avvenuto per alcuni scambi nella gara d’esordio) o se in tandem con la giocatrice di Scandicci, che a quel punto “scivolerebbe” a giocare in banda, quindi da schiacciatrice, con una tra Sylla e Pietrini chiamata a sedere in panchina per alcune fasi del match.

Egonu e Antropova possono coesistere?

Nella mente del commissario tecnico l’idea di vedere giocare assieme i due opposti è reale, ma di tempo per sperimentare lo schema non ce n’è stato, dal momento che Egonu s’è unita al contingente solo a inizio agosto, mentre Antropova fino a una settimana fa non sapeva neppure se avrebbe potuto giocare l’Europeo, in quanto in attesa del via libera con i documenti per ottenere il passaporto italiano.

Una sfida come quella con la Svizzera, probante fino a un certo punto, potrebbe rappresentare un buon momento per effettuare il primo esperimento.

La libertà di scegliere

Il caso Egonu resta però di attualità nel clan azzurro, con i social che si sono apertamente schierati dalla parte della giocatrice (prossima stella della Vero Volley Milano) criticando le scelte di Mazzanti e soprattutto accusando la federazione di non saper gestire i “casi spinosi” all’interno della squadra.

Perché non va dimenticato che questa spedizione continentale è nata sotto una stella turbolenta, con le rinunce a Chirichella, Malinov, Gennari, Bosetti e De Gennaro che hanno fatto storcere il naso a molti appassionati.

Il commissario tecnico ha tirato dritto per la sua strada, evidentemente lasciato libero di agire anche dai vertici federali, che in un modo o nell’altro hanno avallato le sue legittime scelte. Perché un allenatore può e deve essere lasciato lavorare nel modo che ritiene più opportuno, dovendo poi rispondere dei risultati ottenuti sul campo.

Rapporti difficili

Egonu, che peraltro dopo il match con la Romania ha accusato un lieve malore, è una delle giocatrici più note al grande pubblico, anche quello che non segue la pallavolo. Vederla confinata a bordo campo è un’immagine tanto insolita, quanto difficile da interpretare.

Che ci fossero ruggini con alcune ex compagne di nazionale è cosa ben nota, tanto che adesso il suo ruolo all’interno del gruppo pare essere differente, con Sylla e Danesi investite del ruolo di leader (lo ha fatto pubblicamente Mazzanti).

Paola come Roberto Baggio

È una storia comune a tanti campioni: successe una cosa simile a Baggio a USA ’94, che Sacchi non esitò a “sacrificare” quando ci fu da toglierlo dalla partita con la Norvegia dopo l’espulsione di Pagliuca (indimenticabile la frase “ma questo è matto, pronunciata da Roby al momento della sostituzione).

Lo stesso Baggio che venne lasciato fuori da Trapattoni al mondiale 2002, quello disputato in Corea e Giappone, che nella mente di Roby avrebbe dovuto rappresentare il degno epilogo di una carriera unica.

Restando al volley, le recenti polemiche innescate da Ivan Zaytsev per l’esclusione dal giro della nazionale di De Giorgi vanno un po’ nella medesima direzione, sebbene Egonu nel panorama femminile sia oggi molto più performante di quanto non sia lo Zar in quello maschile. Trovare un compromesso in questi casi sarebbe la scelta migliore, ma se la federazione per prima non aiuta a favorire il dialogo tutto diventa più complicato. Affidarsi solo al verdetto del campo è un azzardo che in tanti rischiano di pagare a caro prezzo.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...