,,
Virgilio Sport SPORT

F1, Ferrari: novità importanti per non rimbalzare più in gara. Cosa cambia

Il prossimo weekend la F1 sarà a Miami, e la Ferrari ci arriverà con alcuni aggiornamenti per limitare l'effetto del porpoising.

04-05-2022 13:45

L’inizio di stagione della Ferrari è da incorniciare, con due vittorie nelle prime quattro gare della stagione F1 che fanno ben sperare tutti gli appassionati. La monoposto infatti è nata bene, si è dimostrata fin qui molto affidabile e soprattutto in grado di lottare alla pari con la Red Bull di Max Verstappen.

Dato che nella moderna F1 gli aggiornamenti sono uno degli aspetti fondamentali (anche se meno rispetto al passato anche per via del salary cup), nel prossimo GP di Miami la Ferrari ci darà subito dentro, apportando un paio di modifiche che potrebbero risultare determinanti.

Ferrari, a Miami una nuova ala e un nuovo fondo

Le modifiche che verranno effettuate sulla F1-75 sono minime ma di grande importanza. Oltre all’introduzione di una nuova ala posteriore molto più scarica, la grande novità sarà la modifica del bordo laterale del fondo, aggiunta già provata da Sainz in Emilia-Romagna.

Questa soluzione sarebbe ispirata a qualcosa che esiste già sulla monoposto Red Bull, e si configura come un semplice segmento di metallo che correrebbe longitudinalmente lungo il bordo sotto al fondo. Potremmo definirlo una sorta di “pattino”, che sarebbe in grado, sperano gli ingegneri Ferrari, di evitare che il fondo della monoposto, il marciapiede, si schiacci contro la pista andando a creare quel terribile effetto porpoising che ha fatto tanto soffrire la Rossa in questo avvio.

Questa sarebbe una soluzione adottata su misura per la pista di Miami, in attesa del vero grande pacchetto di aggiornamenti che invece arriverà solamente a Barcellona, in programma il weekend del 22 maggio.

Ferrari, a Miami per continuare il grande avvio di stagione

Si spera dunque che questa modifica (già adottata in precedenza dalla Red Bull) permetta al Cavallino Rampante di continuare sulla falsariga di questo bellissimo avvio di stagione, nel quale la Rossa ha già ottenuto due vittorie (con Leclerc in Bahrain e in Australia) e anche altri tre podi (due con Sainz, 2° in Bahrain e 3° a Jeddah, e uno con Leclerc, il 2° posto dell’Arabia Saudita).

Aggiungendo a questo i due ritiri di Verstappen e le difficoltà enormi della Mercedes e di Hamilton in particolare, pongono la Ferrari in una posizione perfetta.

Inoltre, la Ferrari arriva a questa gara statunitense forte di un buono score Oltreoceano, dove conta ben 13 vittorie (su tutti i tracciati, l’ultima di Raikkonen ad Austin nel 2018), 13 pole position (l’ultima molto indietro, addirittura con Michael Schumacher nel 2006 a Indianapolis) e ben 36 podi, il più recente appunto con Raikkonen in Texas.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...