Virgilio Sport

F1 Ferrari, Hamilton: ecco come sarà la tua rossa, a Maranello si lavora già alla monoposto 2025

La Ferrari nonostante le difficoltà del momento continua a lavorare non solo sul presente ma anche sul futuro, sulla monoposto che dal 2025 avrà al suo interno Lewis Hamilton, ecco le prime indiscrezioni

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Lavorare sul presente con un occhio al futuro. Anzi due. Così la Ferrari sospesa tra una crisi che sembra irreversibile, una nuova riorganizzazione interna dopo l’addio di Enrico Cardile ma soprattutto il lavoro progettuale su quella che sarà la monoposto che nel 2025 avrà al suo interno Lewis Hamilton oltre che Charles Leclerc. Insomma a Maranello pur nelle difficoltà del momento si lavora su più fronti.

Ferrari, rebus SF-24: scelte “differenziate” per il Gp di Ungheria e Belgio

Due gare all’alba. Settimana di sosta per il Mondiale di F1 che poi dalla prossima settimana si prepara ad un nuovo back to back che vedrà il circus impegnato prima in Ungheria e poi in Belgio per le ultime due corse prima del rompete le righe e le meritate ferie estive per poi tornare in pista a fine agosto in Olanda e subito dopo a Monza.

In casa Ferrari tiene ancora banco la questione SF-24 in crisi dopo gli aggiornamenti che hanno prodotto più problemi che benefici tanto da essere stati accantonati a Silverstone. La Ferrari è tornata dall’Inghilterra con le pive nel sacco. Ancora una volta, ancora di più. Nella tripletta europea Spagna, Austria e Gran Bretagna le rosse sono andate allo sbando, in pista e al muretto. Di contro la doppietta Mercedes Austria-Silverstone è un doppio cazzotto nei sensi del Cavallino Rampante.

Ma si sa in F1 non è facile invertire il trend negativo da un gioco all’altro. A Maranello si lavora per risolvere i problemi di bouncing che fanno perdere alle monoposto di Leclerc e Sainz circa 20 punti di carico specie nelle curve veloci. In vista della doppietta ungaro-belga Ferrari dovrebbe fare una scelta differenziata. In Ungheria dovrebbe correre con gli ultimi aggiornamenti, che hanno portato la vittoria di Charles a Monaco per intenderci, sperando che il basso carico dell’Hungaroring possa rinverdire i fasti della SF-24 Evo. In Belgio invece con curvoni veloci e lunghi rettilinei si potrebbe tornare indietro alla versione “old” della monoposto come fatto a Silverstone.

Si lavora alla monoposto di Hamilton: come sarà la Ferrari 2025

I mesi estivi sono anche lo spartiacque per iniziare a mettere mani, se non lo si è già fatto, ai progetti per il prossimo anno. Un colpo al cerchio e uno alla botte. Se da un lato in Ferrari si lavora per capire i guai della “nuova” problematica SF-24, dall’altra il team di aerodinamici di Maranello pensano già a come sarà la monoposto del prossimo anno, la Ferrari di Lewis Hamilton.

Come riportato da Motorsport.it a Maranello si lavora già alla Ferrari che verrà, il telaio 677. Dopo l’addio di Enrico Cardile in direzione Aston Martin, a coordinare i lavori sono Fabio Montecchi, Chief Project Engineer, Corrado Onorato, Deputy Chief Designer, e Diego Tondi, Head of aerodynamic development, peraltro anche lui tentato da Lawerence Stroll. In attesa che dal 1° ottobre a loro si unica Loic Serra e chissà Newey o chi per lui in un futuro non sappiamo quanto prossimo.

La monoposto 2025, l’ultima con i regolamenti attuali, passerà alla sospensione anteriore con schema pull rod seguendo la strada vincente tracciata da Red Bull e McLaren, mentre al retrotreno resterà fedele all’attuale configurazione, senza farsi tentare dal push rod; sterzo che potrebbe essere spostato indietro anche qui seguendo la McLaren; distribuzione dei pesi rivista per sfruttare al meglio le gomme; una scatola del cambio più corta, con un leggero spostamento del motore verso il retrotreno.

Ferrari, Vasseur carico per l’arrivo di Hamilton: “Qui per vincere il Mondiale”

In una chiacchierata concessa alle colonne del Financial Times, Frederic Vasseur è tornato a parlare dell’arrivo di Lewis Hamilton in Ferrari confermando il contratto del 7 volte campione del mondo di F1 per tre anni in rosso:

“L’ingaggio di Lewis Hamilton è stato importante e ci è servito per mandare un messaggio nel paddock. Doveva fare una scelta e nell’analisi ha influito la possibilità di raggiungere il successo. Si è chiesto dove avrebbe avuto le maggiori possibilità di vincere il titolo nel 2025, 2026 e 2027. La risposta è stata la Ferrari”.

Fonte: Getty

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...