Virgilio Sport

F1, Ferrari: Leclerc e Sainz sbottano in coro: "Volete destabilizzare"

Dopo le presunte voci di uno scambio tra Leclerc e Hamilton, il monegasco e Sainz hanno accusato un po' la stampa di aver provato a creare scompiglio in Ferrari.

16-03-2023 17:51

Il secondo weekend della stagione di F1 è praticamente già iniziato per la Ferrari e non nel migliore dei modi: domenica infatti Leclerc dovrà scontare dieci posizioni in griglia per il terzo cambio della centralina. Sarà quindi arduo per il pilota monegasco salire sul podio e lottare con Verstappen e le Red Bull, come sempre le favorite per la vittoria.

Scambio con Hamilton: Leclerc duro

In conferenza stampa intanto, Leclerc ha voluto dire la sua dopo giorni in cui si sono rincorse tante voci su Maranello, comprese quelle relative al suo futuro e a un possibile scambio Ferrari-Mercedes tra lui e Lewis Hamilton: “Per quanto mi riguarda è la prima volta che sento tutte queste voci dall’esterno da quando sono in Ferrari – ha detto Leclerc – forse qualcuno vuole destabilizzarci. Ma io vesto rosso e voglio tornare a vincere con questo team“.

Leclerc sulla penalità

Parlando in vista del prossimo Gran Premio, Leclerc non può essere certo soddisfatto della penalità: “Non è certo bello partire con una penalità già al secondo GP, ma quello è il passato e noi dobbiamo andare avanti, sarà una gara in salita, ma mi piace questa sfida: noi siamo lì e la squadra sa di poter contare su di noi. Abbiamo avuto dei problemi alla Power Unit in Bahrain, ma li abbiamo capiti: credo che nel team ci siano grandi motivazioni per risalire, porteremo cose nuove per lottare con la Red Bull, voglio correre e fare di tutto per avere un buon feeling”.

Le parole di Sainz

Sulla stessa linea d’onda di Leclerc c’è il compagno Sainz, che ci tiene a sottolineare: “Il clima all’interno della squadra è molto migliore rispetto a quello che sembra leggendo i giornali. Per noi è chiarissimo dove migliorare, come fare per riuscirci e gli obiettivi a breve, medio lungo termine. Sono molto sorpreso da come alcuni in Italia abbiano provato a destabilizzare il team. Hanno parlato di crisi, ma è impossibile giudicare il lavoro della squadra dopo solo una gara. Siamo i primi ad essere arrabbiati e infastiditi”.

Sulle difficoltà avute nella prima gara, Sainz ha concluso: “Senza dubbio abbiamo qualche preoccupazione in termini di affidabilità, una penalità nella seconda gara non è il modo migliore di iniziare la stagione. Non siamo contenti, abbiamo identificato questo punto debole, è la prima volta che abbiamo avuto questo problema dopo tanto tempo, per cui ci ha colto di sorpresa. Abbiamo cercato di prendere le misure per sistemarlo, sono abbastanza sicuro che possiamo farlo in breve tempo. Battere la Red Bull? Sarà estremamente difficile, ma voglio essere ottimista e credere che abbiamo l’opportunità di salire sul podio”.

F1, Ferrari: Leclerc e Sainz sbottano in coro: "Volete destabilizzare" Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Caricamento contenuti...