,,
Virgilio Sport SPORT

F1, Ferrari: sul web ode a Leclerc con polemica, bufera su Vettel

Reazioni diverse sui social ai risultati della Ferrari nel Gp d'Austria ma è polemica sia su Leclerc che su Vettel

Una Ferrari a due facce quella che esce dalla prima gara del Mondiale di Formula 1 2020. In attesa del bis di domenica prossima, il Gran Premio d’Austria sui social ha visto l’esaltazione dei tifosi della rossa per il 2° posto, inatteso, di Charles Leclerc che fa da contraltare alla prima, della stagione, ma anche ennesima, delusione ricevuta da Vettel, 10° dopo il solito errore e contatto.

Il tweet di Laspo Elkann

A esultare tra i tanti tifosi della Ferrari sui social è Lapo Elkann: “Amico mio Charles sei stato STREPITOSO…complimenti a Tutti i Meccanici e a Tutto il Team Ferrari #ForzaFerrari sempre e comunque”.

Ferrari, tutti con Leclerc

Date una macchina decente a Charles e ve le vince tutte” è uno dei commenti che più condensano l’animo dei tifosi della Ferrari che applaudono al grande secondo posto colto dal pilota monegasco alla prima gara della stagione in Austria dopo le qualifiche “tragiche” che avevano evidenziato tutti i limiti della monoposto di Maranello.

Sulla stessa linea gli altri: “Ferrari ringraziate Charles Leclerc che è un gran pilota e dategli la macchina che si merita”; “Dite quello che volete a Charles Leclerc ma nel corpo a corpo è eccezionale. Lui i sorpassi non li fa, se li inventa”; “Non riesco nemmeno a capacitarmi di cosa potrebbe fare Charles con una macchina con i controca..i. Non me ne capacito”; “Prestazione assurda Charles Leclerc, Hai sfruttato al meglio ogni opportunità!”

Il “non” gesto di Leclerc, è polemica

A dire il vero nel pomeriggio quasi perfetto di Leclerc c’è una polemica aperta non dalla sua prestazione ma dal suo non volersi inginocchiare durante il momento che la F1 ha dedicato alla lotta contro il razzismo prima dell’inizio della gara. Molti piloti, tra Hamilton e Vettel si sono inginocchiati alla maniera del movimento Black Lives Matter. Non Leclerc che poi ha spiegato il suo non gesto sui social.

Ma in molti in rete, soprattutto tra gli esponenti di estrema destra hanno eletto nel pilota Ferrari una sorta di simbolo nel non volersi piegare ai conformismi della protesta degli ultimi periodi dopo la morte di Floyd. Questo ha creato qualche dibattito extra corse che non è andato giù ai puristi, appassionati e tifosi Ferrari. “Charles non si inginocchia e improvvisamente sui social qualche esponente di destra tifa per lui!” scrive infatti qualcuno sbuffando.

Vettel, ennesima delusione

Il popolo ferrarista si divide invece su Sebastian Vettel che partito 11° è incappato in quello che qualcuno ha contato come il 22° errore da quando è alla guida di una Ferrari. Finendo in testacoda, peraltro dopo essersi toccato proprio con chi lo sostituirà a Maranello, sain, e chiudendo in rimonta, ma solo 10°.

In tanti lo hanno attaccato: “Leclerc vi sta dimostrando perché la Ferrari abbia deciso di mandare giustamente a via Vettel”; “Sbaglia tanto, sbaglia spesso, nei momenti salienti gli succede qualcosa”; “Oramai pare bollito” sono solo i commenti più teneri.

I fan di Vettel restano con lui: “Nella sua carriera si è sempre assunto la responsabilità dei suoi errori, e spesso anche di quelli del proprio team. Se dice che la macchina era insabile, sinceramente non capisco come si possa non credergli”; “Ma pensate che prendersela con Vettel possa trasformare la SF1000 in una monoposto di Formula 1 competitiva?!”; e c’è chi ricorda: “Germania 2019: Sebastian Vettel secondo solo grazie alla fortuna, Austria 2020: Charles Leclerc secondo solo grazie al suo talento. Qualcuno mi aiuti a capire qual è il metro di giudizio utilizzato (tweet assolutamente pacifico, non iniziate a rompere i maroni)”.

SPORTEVAI | 05-07-2020 22:04

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...