,,
Virgilio Sport SPORT

F1, furia Ferrari: le dure accuse dopo l'incidente in Ungheria

Charles Leclerc e Mattia Binotto se la prendono con Lance Stroll per la carambola costata il ritiro in avvio al monegasco: "Manovra assurda, persi punti preziosi".

La Formula 1 va in vacanza. E, viene da dire, è meglio così. Non per gli appassionati, perché gli ultimi Gp e in generale tutta la prima parte del Mondiale 2021 non è certo stata annoiante, ma per… permettere ai protagonisti di rilassarsi e, si spera, tornare in pista a fine agosto in Belgio con molta più tranquillità.

Perché quanto successo tra Silverstone tra Lewis Hamilton e Max Verstappen e l’Hungaroring ha coinvolto quasi tutti i piloti, tra incidenti, nervi tesi e accuse incrociate.

Così dopo le due settimane di fuoco tra Mercedes e Red Bull, a Budapest riecco la tensione salire alle stelle a causa della partenza a dir poco… infelice di Valtteri Bottas e Lance Stroll che tra punti di frenata sbagliati e manovre azzardate hanno rovinato la propria gara e quella di diversi colleghi, tra i quali Lando Norris della McLaren, Charles Leclerc della Ferrari e Sergio Perez della Red Bull, oltre che condizionato quella dello stesso Verstappen.

La Ferrari si è così dovuta accontentare del quarto posto di Carlos Sainz (terzo dopo la squalifica in serata per Vettel), ma i commenti del team principal della Ferrari Mattia Binotto e dello stesso Leclerc sono stati durissimi, con accuse ben precise rivolte a Stroll.

“Sapevamo che per noi oggi era una una bella occasione e la stavamo anche creando – le parole di Binotto a ‘Sky Sport’ – Charles è partito cauto e si è trovato in seconda-terza posizione, in quel momento aveva fatto la curva e aveva strada libera. Poi è stato letteralmente speronato da Stroll, che non aveva per nulla in controllo la propria vettura. L’occasione era ghiotta, sono molto deluso”.

“Con gli unsafe release ci sono regole chiare, invece nessuno degli altri le ha rispettate, sono rientrati senza guardare chi arrivava. Quella è una manovra che per un pilota professionista non ha senso, punto. Avrei voluto veder Charles cosa poteva fare oggi, il passo gara con le medie era buono”

Frustrato ovviamente anche Charles Leclerc: “È stata una bella partita di bowling. Non so come sia stato possibile. Lance partiva cinque o sei posizioni indietro. Anche io ho esagerato in passato al via, ma oggi provare a guadagnare cinque posizioni alla prima curva è irrealistico. Sapevo di avere le possibilità di fare bene. Sono partito cauto ed è andata a finire così”.

E i diretti interessati? Dal canto proprio, tanto Bottas quanto Stroll hanno fatalmente provato a ridimensionare le proprie responsabilità, ma invano, essendo stati poi puniti dai commissari con cinque posizioni di penalità nella griglia di partenza del prossimo Gp, il 29 agosto in Belgio.

“Ho provato ad andare all’interno per evitare l’incidente, ma sapevo che non stavo facendo la curva appena ho frenato – si è difeso Stroll – Ho fatto quello che potevo per cercare di prendere la decisione migliore per evitare il contatto con la macchina, ma le condizioni erano veramente difficili”.

Ancora più “candido” il commento di Bottas: “Ho perso delle posizioni dopo una brutta partenza, ho bloccato per evitare Lando alla prima curva. È li che ho perso il controllo ed è successo il pasticcio. Era difficile comprendere il punto corretto di frenata, ho cercato di trovare quello giusto ma ho commesso un errore. Sono cose che capitano, tutti commettono errori”.

OMNISPORT | 01-08-2021 22:34

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...