Virgilio Sport

F1, l'ex manager Ferrari Windsor: "Leclerc-Binotto: un rapporto mai decollato"

L'ex manager Windsor, attivo in F1 negli anni '90 con esperienze in Ferrari, ha dato la sua opinione sull'addio di Binotto ed il rapporto con Lelerc

Pubblicato:

L’esperienza di team principal della Ferrari di Mattia Binotto è terminata dopo ben quattro stagioni da direttore della squadra corse di Maranello lo scorso 31 dicembre 2022. Dopo un avvio abbastanza promettente con ben due vittorie nelle prime tre gare di Charles Leclerc, la stagione è proseguita con una lunga serie di errori dal muretto dei box, cui si sommano quelli dal muretto dei box (oltre a quelli in pista), che hanno portato il Cavallino a non riconfermare l’ingegnere di Losanna per il 2023.

F1, Binotto allontanato dalla Ferrari per il “ditino” a Leclerc?

Indiscrezioni giornalistiche lasciano intendere che la decisione della sostituzione, nonostante sia stata resa ufficiale a fine anno con l’arrivo di Frederic Vasseur, era parsa già scontata in alcuni momenti della stagione, come quello successivo al Gran Premio di Gran Bretagna, noto per essere stata la prima vittoria in carriera di Sainz, ma anche per il famoso “ditino” agitato in faccia da Binotto a Leclerc.

F1, la mossa di Binotto non gradita in Ferrari da Leclerc

A Silverstone, infatti, il pilota monegasco aveva esternato la sua contrarietà per la strategia attuata dalla Ferrari, che non lo fece rientrare ai box durante la Safety Car per il cambio gomme, con il classe ’97 che tagliò il traguardo in quarta posizione costretto a difendersi dai rivali equipaggiati con gomme soft nuove con gomme dure ormai decisamente usurate. La scena ripresa e rivista dalle televisioni di tutto il mondo, è stata una delle più emblematiche del Cavallino, nonchè una di quelle più rappresentazione del rapporto ormai logoro tra Binotto e la struttura di Maranello

F1, l’ex manager Ferrari Windsor: “Dopo il gesto a Leclerc Binotto aveva i giorni contati”

L’ex general manager del Cavallino attivo negli anni’80, Peter Windsor, ha spiegato su Twitch la decisione maturata dal board della Ferrari relativa all’avvicendamento tra Binotto e Vasseur: “Penso che tutto sia arrivato al culmine quando Charles è stato inspiegabilmente lasciato in pista nelle fasi finali del Gran Premio di Gran Bretagna era l’unico con le gomme usate e ha pagato le conseguenze. Avrebbe dovuto vincere quella gara. Essendo ovviamente infuriato, se l’è presa con tutti via radio, credo in particolare con Mattia, e quando è sceso dall’auto in Parco Chiuso, Binotto ha fatto un movimento del dito verso Charles Leclerc come a dire: ‘Non parlare così, sono io il capo qui’. Non era giusto. E in quel momento, devo dire, ho pensato: ‘Binotto ha i giorni contati’, perché non è possibile che contro una forza della natura come Leclerc si muova il dito per dire ‘non parlare così”.

F1, l'ex manager Ferrari Windsor: "Leclerc-Binotto: un rapporto mai decollato" Fonte: Getty Images

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...