Virgilio Sport

F1, Sergio Perez critica Imola: "Pista non adatta alle macchine attuali". Ma intanto il futuro di Checo è a rischio

Il pilota messicano critico nei confronti di chi ha voluto inserire in calendario la pista emiliano-romagnola: "Poco spazio per il DRS, impossibile sorpassare"

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Non è stato certo il fine settimana che si sarebbe augurato di poter vivere, ma Sergio Perez in qualche modo un “capro espiatorio” per provare a dare un senso all’opaca prestazione offerta al Santerno sembrerebbe averlo trovato. “Non capisco come sia possibile che si corra a Imola. Questo tracciato non ha niente a che vedere con quelle che sono le macchine che corrono oggi in Formula Uno”. Parole sibilline che arrivano dopo un deludente ottavo posto finale, a quasi un minuto di distanza dal compagno di squadra Max Verstappen, che i suoi di problemi li ha risolti brillantemente dopo essere partito male al venerdì. Checo invece ha fatto una fatica tremenda, e alla fine ha anche fatto capire di sapere per qualche motivo le cose non hanno funzionato.

L’accusa: “Circuito non adatto a queste vetture”

Il pilota messicano, al centro di possibili intrighi di mercato in vista della prossima stagione (Red Bull ne ha messo seriamente in discussione la permanenza al box, visto che il confronto con il compagno di scuderia continua a essere impietoso), ha avuto parole di forte disappunto nei confronti di chi continua a far disputare il Gran Premio a Imola, su una pista che a suo modo di vedere non è congrua con quelle che sono le attuali caratteristiche dei tracciati del mondiale.

“Sicuramente noi avremmo potuto fare meglio, e io per primo. Però sarebbe stato molto difficile riuscire a migliorare l’ottavo posto finale, pensando a dove partivamo (cioè dall’undicesima posizione). Bisogna dire le cose come stanno: questo non è un tracciato adatto alla Formula Uno attuale. Con le macchine che abbiamo oggi, aver accorciato la zona DRS ha reso impossibili i sorpassi, anche perché sarebbe servito un delta molto importante nelle gomme”.

Il 2025 è un rebus: a Imola si corre, ma Checo ci sarà?…

Perez aveva approcciato malissimo al weekend emiliano-romagnolo andato a sbattere alla Variante Gresini nel corso della terza sessione di libere. Poi in qualifica le difficoltà erano affiorate nuovamente, tanto da non riuscire a superare il taglio in Q2.

In gara la sua Red Bull è rimasta impantanata a centro gruppo, lontano dalle posizioni di vertice. Lo sfogo legato alla poca adattabilità delle attuali vetture del mondiale al circuito del Santerno lascia il tempo che trova, pensando soprattutto alle difficoltà mostrate nel corso del fine settimana.

Di sicuro Checo dovrà tornare il prossimo anno, visto che il suo contratto scadrà alla fine del 2025, a meno che nel frattempo non sia arrivata una lettera di licenziamento da parte del team austriaco (chiaramente in totale riassetto dopo le note vicende che hanno portato all’addio di Adrian Newey, e non solo): Imola è stata confermata in calendario dal 16 al 18 maggio 2025, anche se poi ci sarà da andare al rinnovo con Liberty Media e non sarà cosa semplice riuscire a restare nel calendario del mondiale (rischia anche Monza, che continua a invocare aiuti governativi).

Perez nelle ultime ore è stato accostato alla Mercedes, che come è noto perderà Lewis Hamilton, già promesso sposo della Ferrari.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...