,,
Virgilio Sport SPORT

Ferrari, Sebastian Vettel confessa il suo malessere

"Sono il primo critico di me stesso. I social? Non li capisco".

Sebastian Vettel è senz'altro il pilota più criticato in questo avvio del Mondiale di Formula 1: gli errori di fine 2018, e le prestazioni di questo inizio di 2019 gli hanno fatto perdere il supporto di tanti tifosi della Ferrari, che ora parteggiano per Leclerc e vogliono il suo addio.

"Sono molto critico, quindi sono stato il mio primo critico dopo quegli errori. Non ero contento di me stesso, non è concesso che succeda, semplice, ma è successo. Devi andare avanti. Non puoi garantire che non farai mai più un errore, ma ovviamente non è così che dovrebbe andare", ha dichiarato Vettel a Sky.

Il pilota tedesco è accusato da molti di avere scarsa empatia, di non riuscire a essere mediaticamente efficace quanto i suoi rivali, Lewis Hamilton in primis. Vettel non nega la sua avversione verso i social e preferisce una vita lontano dai riflettori: "Non riesco a identificarmi in una generazione che vuole condividere tutto, in ogni momento. Non è che io abbia qualcosa da nascondere, non del tutto. Credo che molte persone pensino che la vita di un pilota di F1 sia molto più esotica della mia, ma in realtà mi piace avere una vita normale. Non ho il desiderio di condividere. Perché? Non ne capisco il motivo. Perché devi avere bisogno di dire alla gente che cosa stai facendo?".

Il rapporto con Leclerc è un altro nodo focale di questa stagione: "Penso che sia normale, se ti trovi nella stessa vettura, di tanto in tanto lotterai con il tuo compagno di squadra per la stessa posizione. Ovviamente tocca a me assicurarmi che sia dietro piuttosto che davanti. Ci stiamo ovviamente spingendo l’un l’altro e spingendo la squadra. Penso che la priorità sia riportare la Ferrari a vincere, poi il resto verrà risolto".

SPORTAL.IT | 06-05-2019 12:04

Ferrari, Sebastian Vettel confessa il suo malessere F1: GP Azerbaijan 2019 Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...