Virgilio Sport

Il Milan spara alto per Pobega, ma c’è di mezzo Bremer: la strategia

Porte girevoli in casa Milan. In queste ore il club rossonero starebbe parlando col Torino per imbastire un paio di trattative davvero interessanti in ottica gennaio.

Pubblicato:

Manca ormai pochissimo all’inizio del calciomercato invernale della stagione 2021/2022, periodo nel quale la maggior parte delle società tenterà di puntellare la propria rosa coi pochi soldi che si avranno a disposizione. Perchè la certezza purtroppo è che sarà un mercato estremamente povero, soprattutto in Italia dove di certo non ce la passiamo bene e non possiamo inventarci magie come fanno all’estero (un Barcellona senza soldi e quasi fallito che sborsa 55 milioni sull’unghia, così per fare un esempio, in Italia è pura utopia). Il Milan è una delle squadre che ha più bisogno di fare mercato per sopperire all’infortunio del danese Kjaer, e in Via Aldo Rossi sembra che abbiano capito come fare. Tutto passa dal futuro del giovane Tommaso Pobega.

Il Milan spara altissimo per Pobega; chiesti 40 milioni di euro

Proprio così, 40 milioni di euro per il giovane mediano rossonero in prestito al momento al Torino. Nella prima parte di stagione l’ex Spezia sta facendo benissimo coi granata, e Urbano Cairo vorrebbe tanto acquistarlo a titolo definitivo. Certo 40 milioni sono decisamente troppi per le casse del Toro, ma in qualche modo il Presidente del Torino vorrebbe abbassare la richiesta rossonera.

E’ tuttosport ha lanciare l’indiscrezione, sostenendo come le prestazioni di questa prima parte di stagione di Pobega abbiano convinti tutti dalle parti della Mole, e per arrivare ad acquistarlo a titolo definitivo già a gennaio potrebbe rientrare nell’affare niente di meno che Bremer.

Torino, Bremer per Pobega? Questo sembra il piano delle due società

Qui è dove si ricollega tutto. Perchè è chiaro come il sole che un giocatore come Pobega, bravo finchè vogliamo, di certo non può valere 40 milioni davvero dopo una stagione in Serie A allo Spezia e mezza al Torino. Tuttavia questo prezzo di partenza potrebbe essere una scusa da parte del Milan per aprire seriamente i discorsi per Glenson Bremer, anche lui uno dei miglior fin qui del Torino e molto apprezzato da Maldini e Massara.

Sappiamo bene come i rossoneri stiano scandagliando l’Europa in certa di un difensore centrale, e al momento le opzioni sono tante sia per prezzo che per formula. Tuttavia Bremer è sicuramente uno dei preferiti dello stesso Pioli, che si ritroverebbe in squadra un giocatore che già conosce la Serie A e ha dimostrato di poterci stare eccome. Anche nella partita persa dal Torino a San Siro contro l’Inter, Bremer è stato uno dei migliori soprattutto nel secondo tempo.

Milan, Lucumi l’alternativa anche se non sarà l’ultimo nome che uscirà

Non dobbiamo di certo stupirci se stanno uscendo così tanti nomi per la retroguardia del Milan. In questo periodo ogni anno ne escono di ogni, alcuni più fantasiosi di altri, ma a tutto c’è un motivo. Come dice bene il buon Beppe Marotta, il mercato di gennaio è un mercato di idee più che di denaro, e dunque è ovvio che prima di affondare il colpo vengano scandagliati mari e monti.

Jhon Lucumí, centrale di piede mancino del Genk già seguito da vicino dal Napoli di Spalletti è l’ultima idea del Milan se dovessero saltare le due opzioni principali, cioè Bremer e Botman del Lille. Il contratto di Lucumì scade nel 2023 e la richiesta della squadra belga non sarebbe dunque elevata, anche se il giocatore pagherebbe sicuramente un periodo di adattamento al calcio italiano.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...