Virgilio Sport

Inchiesta Juve, Elkann prova a rassicurare gli azionisti. E lancia un messaggio

Il numero uno di Exor in una lettera agli azionisti cerca di fornire un quadro che inviti gli azionisti a sostenere gli investimenti e gli obiettivi Juve

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

In estrema sintesi: “La Juventus nega ogni illecito”. Deve esprimersi e ha scelto di affidarsi a una lettera agli azionisti, John Elkann, presidente di Exor, azionista di maggioranza assoluta del club bianconero contestualmente alla presentazione del bilancio, in cui rende conto anche delle vicende giudiziarie della società.

Elkann: la lettera agli azionisti

Jaki Elkann, a cui è affidato quel che è stato costruito dall’Avvocato, si trova a rispondere sulla società nell’anno più complicato dopo quanto accaduto nell’era Calciopoli. E a rassicurare a poche ore di distanza da quanto esternato dal fratello minore, Lapo, che figura nella proprietà della Dicembre (società chiave dell’impero Agnelli), ma che formalmente non ha un ruolo nella Juventus.

“In misura maggiore rispetto a molte delle nostre società, nel 2022 la Juventus si è trovata ad affrontare crescenti difficoltà interne ed esterne, che hanno messo il club a dura prova. Sono state le azioni legali contro il club che hanno finito per occupare il Consiglio di Amministrazione della società, che si è riunito 18 volte nel corso dell’anno. Il livello di pressione è cresciuto tanto che il Consiglio di Amministrazione ha deciso di rassegnare le dimissioni per consentire alla società di tutelarsi nel modo più efficace contro accuse che vanno da presunte irregolarità contabili alle comunicazioni imprecise ai mercati finanziari relative prevalentemente alla compravendita di giocatori e agli accordi sugli stipendi degli stessi”. Qui il passaggio inevitabile e chiave che volge a rassicurare gli azionisti: “La Juventus nega ogni illecito”.

Fonte: ANSA

Superlega: che progetto sarà

Un’altra parte della lettera agli azionisti costringe il numero uno di Exor a spiegare agli investitori che cosa ne sarà del modello di business che aveva pianificato Andrea Agnelli e la creazione della Superlega: “Il calcio europeo continentale non riesce a tenere il passo con il crescente potere finanziario della Premier League, i cui ricavi si prevede supereranno di tre volte quelli della Serie A entro la fine della stagione in corso”. E ancora: “Il calcio è ancora in fase di transizione verso un’industria compiutamente professionistica: manca ancora di chiarezza nel suo complesso, e ciò sta creando tensioni finanziarie e regolamentari”.

Questo è stato anche l’anno dell’addio di Andrea Agnelli, che ha chiuso un ciclo vincente ma interrotto da dimissioni obbligate dopo l’esplosione dell’inchiesta Prisma. “Desidero ringraziare il Consiglio di Amministrazione della Juventus per aver agito con responsabilità e in particolare il Presidente Andrea Agnelli, che ha guidato la Juventus in una fase ricca di cambiamenti e di vittorie”, ha aggiunto, ricordando i risultati raggiunti dal cugino prima delle dimissioni.

“Il Club ha collezionato successi straordinari, vincendo tutto in Italia e a livello internazionale, e ha annoverato tra i propri giocatori ben 27 campioni del mondo, più di qualsiasi altro club nella storia. Questo livello di successi sportivi, che porta grande gioia ai nostri tifosi, crea però anche una notevole animosità, che può emergere quando il club si trova ad affrontare delle sfide”.

Il nuovo assetto

Per raccogliere queste sfide è stato, come noto, chiamato un nuovo gruppo dirigente: “La Juventus ha ora un nuovo Presidente, Gianluca Ferrero, e un nuovo Amministratore Delegato, Maurizio Scanavino, che è anche alla guida della nostra media company Gedi, dove sta portando avanti con successo un piano di rilancio. In Juventus, Gianluca e Maurizio saranno aiutati da un nuovo Consiglio di Amministrazione, e hanno iniziato bene, facendo in modo che la Juventus possa affrontare le numerose sfide attuali, proteggendo al tempo stesso la sua reputazione affinché possa tornare più forte sia in campo che fuori”.

Inchiesta Juve, Elkann prova a rassicurare gli azionisti. E lancia un messaggio Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...