Virgilio Sport

Inchiesta Juventus: nuova stangata per le plusvalenze in arrivo, ma sul web è bufera 

Dopo la pubblicazione delle motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni le chance di vedere i bianconeri in Champions League sono ridotte all’osso: i tifosi non ci stanno

09-05-2023 12:17

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Che il Collegio di Garanzia del Coni avesse di fatto accolto l’impianto accusatorio alla base della condanna della Juventus e dei suoi massimi dirigenti da parte della Corte Federale di Appello era chiaro sin dalla sentenza emessa dal massimo organo della giustizia sportiva italiana: la pubblicazione delle motivazioni, però, ha reso palese il fatto che, dopo la restituzione dei 15 punti di penalizzazione, una nuova stangata è in arrivo sui bianconeri per il caso plusvalenze. La partecipazione alla Champions League diventa un miraggio per i tifosi bianconeri, che si ribellano sui social.

Juventus, le motivazioni della sentenza del Collegio di Garanzia

“Comportamenti non corretti ‘sistematici e ripetuti’ […] che hanno prodotto chiari effetti” sui bilanci della società “e anche sulla sua leale partecipazione alle competizioni sportive”. Con queste parole, contenute nelle motivazioni della sentenza pubblicate ieri, il Collegio di Garanzia del Coni ha di fatto accolto l’impianto accusatorio alla base della sentenza di condanna emessa contro la Juventus dalla Corte Federale d’Appello della Figc, confermando in ultima istanza per la giustizia sportiva la colpevolezza della società bianconera e dei suoi massimi dirigenti (Agnelli, Paratici, Cherubini e Arrivabene) per il caso plusvalenze.

Juventus fuori dalla Champions League

Per il Collegio di Garanzia del Coni, dunque, la Corte Federale d’Appello è chiamata solo a rimodulare la sanzione nei confronti della Juventus, che però sarà ancora basata su una penalizzazione in classifica, provvedimento che “è fra le sanzioni previste” dal Codice di Giustizia Sportiva della Figc. “La sanzione deve essere afflittiva”, ricordano infine i giudici del Coni.

Cosa vuol dire? Che, in sostanza, la Juventus otterrà una penalizzazione volta ad escluderla dalla prossima Champions League: oggi basterebbero 6 punti, ma i giudici della Figc potrebbero affibbiarne di più per essere sicuri che i bianconeri siano fuori dalla corsa Champions. Non solo: la conferma della slealtà sportiva dà campo libero alla Uefa, che potrebbe applicare ulteriori sanzioni (ad esempio, la totale esclusione dalle coppe europee per una o più stagioni).

Juventus, i tifosi si ribellano sul web

Dopo la pubblicazione delle motivazioni, i tifosi della Juventus si sono ribellati sui social network. “Cadono le braccia. Il Palazzo è un sepolcro imbiancato che non fa nemmeno finta di essere qualcos’altro. Non c’è futuro per questo sistema”, scrive Mauro. “Mi stupisco dello stupore di tanti davanti alle motivazioni quando era tutto chiaro dal dispositivo. Sarebbe veramente molto ma molto interessante se la Juventus andasse realmente al TAR: muoia Sansone con tutti i filistei”, aggiunge Alex.

Stessa opinione per Egidio: “Bisogna solo ricorrere al TAR e far saltare il banco una volta per tutte. È una guerra e come tale va combattuta, fino alla fine per davvero questa volta e non come nel 2006”. Giovanni, invece, è tra i pochi a prendersela con i dirigenti bianconeri: “Siamo una società di inetti. Tutti zitti. Ridicoli, chiudessero”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Torino - Lazio

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...