Virgilio Sport

Inchiesta Milan, l’acquisto di Leao sotto indagine: il Napoli aveva offerto di più. Intanto Furlani scherza 

Secondo gli inquirenti il portoghese sarebbe finito in rossonero perché all’epoca anche il Lille era di proprietà del fondo Elliott. L’a.d. è sbarcato a Praga: “Sono ancora qua” 

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Nel 2019 Rafa Leao sarebbe potuto finire dal Lille al Napoli, ma venne ceduto al Milan perché all’epoca sia il club rossonero che quello francese appartenevano entrambi al fondo Elliott, in violazione delle regolamento Uefa: anche su questa ipotesi stanno indagando i magistrati della Procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta sul club rossonero. Intanto a Praga l’a.d. Furlani si lascia andare a una battuta con i giornalisti.

Inchiesta Milan, nel 2019 anche il Lille era di Elliott?

Tra i vari aspetti dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Milano sul Milan ci sarebbe anche la vicenda dell’acquisto da parte del club rossonero di Rafa Leao e Mike Maignan, entrambi provenienti dal Lille. La notizia viene riportata da Repubblica: secondo gli inquirenti nel 2019 il club francese sarebbe stato sotto il controllo del fondo Elliott, che era già proprietario del Milan. Se fosse così, si sarebbe configurata all’epoca una violazione del regolamento Uefa sulle multiproprietà.

Inchiesta Milan, Leao poteva finire al Napoli

Cosa c’entra Leao? Secondo Repubblica, gli inquirenti stanno indagando sull’acquisto dell’attaccante portoghese perché avrebbe potuto essere viziato dal fatto che entrambi i club, Lille e Milan, fossero di proprietà del fondo Elliott. In virtù di questo rapporto Leao sarebbe finito al Milan nonostante un’offerta superiore presentata dal Napoli al Lille.

Inchiesta Milan, Furlani scherza coi giornalisti

Intanto stasera il Milan scenderà in campo contro lo Slavia Praga per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League. A Praga è arrivato oggi anche l’a.d. rossonero Giorgio Furlani, che sarebbe al centro dell’inchiesta della Procura. Furlani s’è mostrato sereno, scherzando con i giornalisti sulla vicenda: “Ciao a tutti. Sono ancora qua”, ha detto il dirigente, che poi ha parlato della gara di stasera. “Stasera è importante, non abbiamo mai vinto questa competizione e ci piacerebbe portare a casa il trofeo. Partiamo dal 4-2 ma nella nostra testa dobbiamo fare finta che la partita inizi dallo 0-0”, le sue parole.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...