Virgilio Sport

Inter, Brozovic ha rinnovato! Ecco i numeri del pilastro nerazzurro

Finalmente arriva l'ufficialità: Marcelo Brozovic sarà ancora un giocatore nerazzurro fino al 2026. Dal 2015 a oggi, numeri pazzeschi per il croato.

Pubblicato:

Giornata molto importante quella di oggi in casa Inter. In mezzo a un periodo non di certo semplice dal punto di vista delle prestazioni in campo, i nerazzurri mettono un ulteriore tassello sulla strada che porta al futuro. È infatti ufficiale il rinnovo con l’Inter dell’insostituibile Marcelo Brozovic, che dunque continuerà a essere il registra della Beneamata fino al 2026.

Brozovic rinnova con l’Inter: il comunicato della società

Ad annunciare la fumata bianca dell’operazione rinnovo di Brozovic è stata direttamente la società nerazzurra tramite una nota sul proprio sito ufficiale:

FC Internazionale Milano comunica di aver raggiunto un accordo per il prolungamento di contratto del giocatore Marcelo Brozovic: il centrocampista classe 1992 sarà nerazzurro fino al 30 giugno 2026″.

All’Inter dal 2015, ha giocato ben 279 partite con la maglia nerazzurra cucita addosso, con 26 gol e 35 assist, numeri notevoli per chi di mestiere fa il metodista davanti alla difesa. 20 gol e 29 assist in 224 partite complessive in Serie A, vanta anche 31 presenze in Champions League con un gol e tre assist a referto. 

Coi nerazzurri ha conquistato lo Scudetto della stagione 2020/2021 e la Supercoppa italiana di questa stagione, oltre ad essere arrivato secondo nell’Europa League 2019/2020 ed essersi laureato vicecampione del Mondo con la Croazia nel Mondiale 2018.

Brozovic rinnova con l’inter, le sue parole: “Volevo fortemente questo rinnovo”

Sempre tramite una nota ufficiale sul sito nerazzurro, Brozovic ha rilasciato una breve intervista nella quale parla di questo rinnovo di contratto, che lo rende a tutti gli effetti uno dei senatori della spogliatoio nerazzurro:

“Sono felice di aver prolungato il mio contratto con l’Inter. Ho voluto molto questo rinnovo e la Società lo sapeva. Non ho mai preso contatti con altre società per rispettare dell’Inter e i tifosi. Devo dire grazie la Società e mi sento molto felice. Ho messo in chiaro coi miei agenti che l’Inter era la mia prima scelta, e che avrei rinnovato qua se ci fosse stata la possibilità […] Sono molto orgoglioso di far parte di questo gruppo e di questo Club che ha una grande storia. Sono sempre stato onorato di giocare con questo club. Ho sempre provato amore e rispetto per i nerazzurri. Sto bene sia col tecnico che coi compagni di squadre, e sono contento di difendere ancora a lungo questi colori e far parte di questo progetto”.

L’ambizione di Epic Brozo però non si ferma qua, desideroso di vincere altri trofei dopo quelle delle due passate stagioni:

“Siamo convinti e risoluti a cercare di raggiungere nuovi traguardi importanti come squadra. Scendiamo in campo sempre per vincere. Sono sicuro di una cosa, e cioè che lotteremo fino alla fine per vincere Scudetto e la Coppa Italia. Lavoreremo ogni giorno più duramente, perché solo grazie il lavoro, alla fatica e alla convinzione in allenamento è possibile arrivare in alto”.

Brozovic, oltre a essere fondamentale in campo, è anche un vero e proprio idolo della tifoseria:

“Ho un bellissimo rapporto coi tifosi, che mi hanno sempre voluto bene. Non vedo l’ora di tornare in campo a San Siro e festeggiare di nuovo tutti assieme”.

I numeri di Marcelo Brozovic all’Inter: l’insostituibile di Simone Inzaghi

C’è un motivo se dal suo arrivo a Milano nel 2015, Brozovic non ha mai perso il posto da titolare in campo. Le sue caratteristiche tecniche infatti sono davvero uniche, in grado di giocare sia sul corto che sul lungo, di verticalizzare in maniera molto precisa, di accompagnare l’azione offensiva ma anche di agire da schermo davanti alla difesa in fase di interdizione.

Analizzando i numeri ci si accorge come Brozovic sia, per distacco, uno dei migliori centrocampisti della Serie A dal suo arrivo nel 2015. 1° in Serie A per palloni giocati (17902) e, a conferma della sua precisioni palla al piede, anche per passaggi riusciti (12685). 

Il croato è il migliore anche per passaggi riusciti nella meta campo avversaria, ben 7377, la prova di come sia fondamentale per tenere il baricentro della squadra alta. È terzo invece per numero di contrasti, “solo” 489, mentre risulta essere il secondo centrocampista, dal 2014/2015, ad aver fornito più assist di tutti con ben 11 passaggi vincenti.

Brozovic nuova bandiera dell’Inter: per uno che rinnova, molti tradiscono

Questa potrebbe sembrare retorica, ma se l’Inter è stata effettivamente brava a concludere questa trattativa, Brozovic non ha mai dato l’impressione di alzare la voce in sede di rinnovo, non ha sbraitato per chiedere più soldi, non gli è venuto il classico “mal di pancia” che affligge molti atleti con la penna in mano. Il suo contratto è senza dubbio importante, ma il croato ha sempre affermato di voler rimanere all’Inter, che Milano era la sua prima scelta.

Una posizione, sempre, ad oggi non comune a molti campioni della nostra Serie A, compreso anche un compagno di squadra dello stesso Brozovic, ovvero Hakan Calhanoglu, che in cerca di un contratto migliore ha lasciato il Milan a zero lo scorso anno per firmare coi nerazzurri. 

Oppure, guardiamo come sta succedendo in casa Juve e Milan con le recenti questioni legate a Paulo Dybala e Franck Kessie, col primo conteso proprio dall’Inter e il secondo ormai promesso sposo del Barcellona. Il Milan poi è particolarmente recidivo, essendosi lasciato scappare anche Gigio Donnarrumma, nella fino ad ora infelice esperienza al PSG.

Chiaro, Juve e Milan stanno tentando di trascinarsi fuori dal giogo dei procuratori, ma vanno fatti i complimenti alla società nerazzurra per come ha condotto una trattativa che non era per niente scontata.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotels & Residences

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...