Virgilio Sport

Inter, Calhanoglu, schiaffo al Milan e messaggio ad Ausilio: caso in vista?

Il trequartista turco non si è mai pentito del tradimento ai rossoneri ma preme per capire se il suo futuro sarà ancora in nerazzurro

22-12-2022 09:01

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Parla quattro lingue (anche se l’italiano è quella che gli riesce più difficile), è stato costretto a tenere in garage la sua adorata Harley Davidson dalla società, si sente più cattivo nel nuovo ruolo che gli ha disegnato Inzaghi ma ora aspetta di capire quale sarà il suo futuro. Hakan Calhanoglu si confessa al Corriere della Sera, assicura di aver lavorato anche durante le vacanze e di credere ancora allo scudetto ma lancia anche qualche messaggio a destra (Milan) e a sinistra (Inter) da persona abituata a dire tutto senza peli sulla lingua.

Inter, Calhanoglu è l’ex più detestato dai tifosi del Milan

Il turco è riuscito a “battere” Dommarumma e Kessie, gli altri due “traditori” del Milan in quanto a impopolarità tra i tifosi rossoneri. Lo sgarbo di passare gratis all’Inter non gli è mai stato perdonato ma lui fa spallucce e ora spera di battere ancora la sua ex squadra in supercoppa: «Le finali sono speciali, e noi le giochiamo con uno spirito diverso. Andremo a Riyad per vincere. Rispetto il Milan, ho un buon rapporto con Pioli, Maldini e Massara. Da gentiluomo ho fatto loro i complimenti per lo scudetto vinto nella scorsa stagione. Gli amici non hanno colori. Ma per me quello è il passato, ora penso solo all’Inter».

Inter, Calhanoglu aspetta una telefonata da Ausilio

Vorrebbe però che anche l’Inter pensasse a lui. Il rinnovo del contratto che scade nel 2024 ancora non c’è, presto per parlare di nuovo caso ma il giocatore chiarisce che nessuno lo ha ancora cercato: «No, non ancora. Ho voglia di parlarne, aspetto sia Ausilio a chiamarmi».

Con il rientro di Brozovic tornerà a giocare mezzala dopo la parentesi,da regista: «I calciatori intelligenti si sanno adattare, e io credo di averlo fatto bene in un ruolo che comunque conoscevo già, perché in Nazionale gioco da mediano. Poi puoi essere alto o basso, ma in campo fai la differenza se hai il fuoco dentro. Devi essere cattivo nei duelli, intenso. In questo penso di essere migliorato. Prima ero più elegante, leggero, un classico numero 10. Non avevo la cattiveria che ho oggi. Da quando ho cambiato ruolo sono più aggressivo e corro tanto, mi sacrifico».

Inter, Calhanoglu vuol vincere la Champions

Dopo un passaggio sui Mondiali («Ho visto solo la finale, è stata una bellissima partita. Ma nel torneo si sentiva che mancavano la mia Turchia e l’Italia. Sono felice per Lautaro: siamo amici, so quanto tenesse al Mondiale») il trequartista esprime il suo desiderio: «Vincere la Champions è uno dei miei sogni. Quest’anno ci credo. Non so bene perché, ho una sensazione particolare. Abbiamo superato un girone difficile. Ci siamo rialzati dopo la sconfitta con il Bayern dimostrando quello di cui siamo capaci. Il Porto è una squadra forte, ma se giochiamo come contro il Barcellona possiamo passare il turno».

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...