,,
Virgilio Sport SPORT

Inter, il mea culpa del web: Aveva ragione Conte, così non va bene

I nodi vengono al pettine: tutti sono in vendita al miglior offerente e su queste basi costruire qualcosa di importante è davvero difficile.

Vuoi vedere che, dopo averlo sbertucciato per settimane, aveva ragione Antonio Conte? I tifosi dell’Inter, ma anche gli addetti ai lavori, ora l’interrogativo se lo pongono. Perché la vicenda Lukaku sta facendo venire i nodi al pettine. O meglio: sta chiarendo definitivamente quello che al tecnico – ma anche a Oriali – era chiarissimo da tempo. Il ragionamento è semplice, anche se impietoso: le difficoltà di natura finanziaria sono enormi. Difficile, se non impossibile, mantenere l’Inter al vertice del calcio italiano, o provare la scalata all’Europa. 

Inter in crisi, l’ammissione della Gazzetta dello Sport

Della spinosa situazione delle casse nerazzurre e degli scenari a tinte fosche per il futuro si è occupata la Gazzetta dello Sport. Gli indizi erano sotto gli occhi di tutti – quando mai si è visto un presidente che, dopo il titolo, va a…chiedere il premio-scudetto ai giocatori anziché consegnarlo? – ma solo ora la situazione emerge per quella che è. “D’accordo austerity, fairplay finanziario, effetto Covid, crisi cinese e infinite altre cause: resta l’impressione che l’Inter campione possa implodere”, si legge nell’editoriale della Rosea. “Cosa resterà di questi due anni? Di solito dopo uno scudetto si investe. Come minimo uno scudetto si “difende”. Qui sembra tutto il contrario. Si capisce meglio la mossa di Conte: cucito il meritatissimo titolo sulla maglia, è stato il primo a sfilarsi dal progetto che lui stesso aveva messo in piedi. Forse aveva visto lontano. Lukaku no. Lukaku è l’Inter, è il giocatore più decisivo del torneo, l’uomo chiamato reparto offensivo”.

L’Inter ridimensiona, i tifosi rivalutano Conte

Sono in tanti a comprendere le scelte dell’allenatore, adesso: “Mi secca dirlo ma aveva ragione Conte. Dallo scudetto a cosa, alla lotta per il quarto posto?”. Oppure: “Prima Conte, poi Oriali. È andato via Hakimi, saluterà Lukaku. Chi sarà il prossimo?”. Qualcuno attacca gli addetti ai lavori: “Ma lo scoprono adesso? Tutto questo è avvenuto sotto i loro occhi e se ne accorgono solo quando per vendere il calciatore più forte?”. Altri invece se la prendono coi dirigenti: “Marotta e Ausilio avevano rassicurato i tifosi: il progetto di rimanere competitivi prevedeva la cessione di Lukaku?”. Mentre c’è chi vede solo nero: “Spiace ammetterlo ma siamo sull’orlo del fallimento, tutti sono in vendita e su queste basi creare qualcosa di importante è molto difficile, per non dire impossibile”.

SPORTEVAI | 04-08-2021 10:44

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...