,,
Virgilio Sport SPORT

Inter: Marotta tranquillizza i tifosi, e Dzeko sfida la Juventus

Parlano l'amministratore delegato e l'attaccante bosniaco dei nerazzurri in vista del derby d'Italia di domenica sera.

22-10-2021 12:33

Mancano solo due giorni alla supersfida di domenica sera tra Inter e Juventus a San Siro e i nerazzurri sono già in clima derby d’Italia. Giuseppe Marotta, amministratore delegato dei campioni d’Italia, in un’intervista al Corriere della Sera ha, per prima cosa, voluto tranquillizzare i tifosi sulla questione del bilancio della società dicendo che la cessione al Chelsea di Romelu Lukaku ha rimesso a posto le cose.

“Siamo usciti dal tunnel, c’è stabilità e la cassa dà tranquillità – dice Marotta -. Zhang ha ribadito più volte l’impegno a lungo termine nella società. La nostra condizione è alla pari degli altri club, paghiamo regolarmente gli stipendi. Se arrivassero grandi offerte per i top player? La volontà del giocatore è determinante. Io comunque non sono preoccupato del vendere ma di comprare bene”. E a proposito di Zhang, continua: “Credo si possa continuare assieme. Poi cercherò qualcosa fuori dai club, magari un ruolo istituzionale nello sport”.

E i rinnovi dei contratti di chi sta facendo molto bene? “Siamo vicini al prolungamento, con gratificazione, per Lautaro e Barella. Per Brozovic servirà un po’ più di tempo ma ho fiducia”, ha risposto Marotta che poi torna su Lukaku e fa un paragone tra lui e Dzeko: “Oggi Romelu a 75 milioni non potrei comprarlo ma non possiamo accontentarci, servono investimenti mirati e contenuti: vendo Lukaku a 115 milioni e lo sostituisco con Edin a costo zero: sul campo non c’è tutto questo divario. D’altronde il belga ha lasciato la Serie A per guadagnare il doppio, in Italia certe cifre non posso esistere. Conte? Non abbiamo litigato. Argomento delicato, dovrebbe esserci lui per discuterne assieme”.

Dal canto suo, Edin Dzeko ha parlato alla Gazzetta dello Sport e ha lasciato capire che il suo obiettivo è vincere lo scudetto, che ancora gli manca, e una spinta importante, come del resto è accaduto l’anno scorso quando lui era ancora alla Roma, può arrivare dalla vittoria nel derby d’Italia.”

“Con la Juventus ci sono in palio punti che pesano – dice l’attaccante bosniaco -. Non c’è tanto da inventare: dobbiamo neutralizzare quello che loro fanno bene, ovvero i contropiede. Il campionato non si vince a ottobre o a novembre, Inter e Juve lo sanno bene. Ma se perdi altri punti adesso, comincia a essere sempre più difficile recuperare. Lukaku? Qui ha fatto cose importanti, l’Inter deve dirgli grazie, ha portato uno scudetto assieme a Conte. Poi ha fatto la sua scelta. E io onestamente sono abituato a guardare avanti. Se abbiamo qualcosa in comune? Sì, il numero di maglia…“.

Guarda tutte le partite della Serie A 2021-2022 in diretta su DAZN!

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...