Virgilio Sport

Inter, rivoluzione tra i tifosi: i gruppi della curva Nord si uniscono sotto una sola bandiera

I tifosi organizzati della Curva Nord dell’Inter hanno rivelato che dalla gara con il Napoli del 4 gennaio saranno tutti riuniti sotto un’unica bandiera: Curva Nord Milano 1969

12-12-2022 09:44

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Curva Nord dell’Inter torna ancora una volta agli onori della cronaca. Dopo 53 cambiano gli scenari all’interno dei gruppi organizzati nerazzurri che hanno deciso di sciogliersi per confluire sotto un’unica bandiera. Non ci saranno più i Boys, nati nel 1969, che rappresentavano uno dei gruppi ultras più vecchi d’Italia dopo lo scioglimento della Fossa dei Leoni milanista (fondata nel 1968). E spariscono anche Ultras, Vikings, Brianza e Irriducibili.

Inter, la Curva Nord sotto un’unica bandiera

La Curva Nord dell’Inter ha deciso di eliminare le sue frammentazioni interne e a partire dalla gara con il Napoli tutti i gruppi organizzati che continueranno a occupare la loro porzione di curva saranno riuniti sotto un’unica bandiera, o meglio striscione che avrà la lunghezza di 110 metri e che sarà “Curva Nord Milano 1969”.

La notizia è arrivata con un comunicato pubblicato sulla pagina Facebook “L’urlo della Nord”. “E’ l’inizio di una nuova era, un’unica bandiera che rappresenterà tutti noi e la nostra identità fin dalle origini. A partire dalla gara interna col Napoli tutti i gruppi di prima transenna si presenteranno dietro lo striscione “Curva Nord Milano 1969”. E’ tempo di guardare al futuro e ripartire, anche perché il passato di chi ha scritto pagine di storia della Nord verrà sempre ricordato e nulla verrà dimenticato. Tale cambiamento arriva dopo lunghe riflessioni in questo mese e mezzo senza campionato, dove tutti i gruppi che fanno parte della Nord hanno aderito per un obiettivo comune: cambiamento che dovrà saldare i nostri ranghi, coinvolgere più gente possibile. Il tempo degli equivoci e delle incomprensioni mettiamocelo alle spalle. Il tempo delle chiacchiere è finito, servono voglia, coraggio, passione e tanto amore per l’Inter per far tornare a risplendere la nostra amata Curva Nord”.

Inter, dopo 53 anni non ci saranno più i Boys

Arriva quindi l’addio ai Boys uno dei gruppi organizzati più longevi della storia del calcio italiano e che nel corso del tempo ha avuto anche diverse fisionomie. Negli anni di piombo, il gruppo organizzato nerazzurro ha avuto anche una forte matrice politica di destra con il derby che diventava terreno di scontro anche sul fronte ideologico (la Fossa dei Leoni era orientata politicamente a sinistra). La storia dei Boys è legata a filo doppio a quella del tifo per l’Inter con i tanti cambiamenti che ha attraversato nel corso del tempo. Ora però arriva l’addio.

Inter: la Curva Nord e il caso Vittorio Boiocchi

La decisione degli ultras organizzati dell’Inter arriva a distanza di poco più di un mese da quanto successo nel corso nel match con la Sampdoria. La notizia dell’uccisione dello storico capo ultras Vittorio Boiocchi ha spinto i gruppi organizzati a lasciare lo stadio a metà della partita, con tanti tifosi “ordinari” che sono stati costretti a fare lo stesso. Una situazione che ha avuto tante ripercussioni costringendo gli stessi ultras a fare retromarcia e ora a quanto pare anche a riorganizzarsi nel tentativo di essere maggiormente inclusivi.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...