Virgilio Sport

Inter, caccia allo sponsor inadempiente: ma Digitalbits è scomparso

Zytara Labs LLC, proprietaria marchio Digitalbits, sembra non avere più la sede legale: la prima ingiunzione di pagamento è andata a vuoto, i nerazzurri vantano un credito di 31,4 milioni di euro

Pubblicato:

Partita la caccia allo sponsor “scomparso”: l’Inter ha investito nelle criptovalute, che sono monete virtuali: ma in questo caso la virtualità sembra essere eccessiva, perchè Digitalbits, ex sponsor inadempiente dei nerazzurri. è letteralmente scomparso.

Inter, caccia a Digitalbits

La società nerazzurra ha infatti comunicato ai propri investitori i dati del bilancio, relativi al periodo che va dal luglio 2023 e alla fine di marzo del 2024. Oltre ai numeri in merito a sponsor e ricavi, è stata l’occasione anche per fare il punto sulla diatriba legale in merito al rapporto con Zytara Labs LLC, proprietaria marchio Digitalbits, che sembra non avere più nemmeno una sede legale. Quando il Tribunale di Milano su richiesta del club ha emesso un decreto ingiuntivo nei confronti di Zytara Labs, non ha trovato nessuno.

La relazione trimestrale dell’Inter

“Come descritto nei nostri precedenti report, dalla fine della stagione sportiva 21/22 non è stato effettuato alcun pagamento da parte di Zytara Labs LLC a Inter Media in merito alle commissioni contrattuali e ai bonus di rendimento dovuti relativi all’accordo di sponsorizzazione in vigore tra le due parti da settembre 2021 (nella stagione sportiva 21/22 come Official Global Cryptocurrency e Sleeve Partner e nelle stagioni sportive 22/23 fino al 24/25 come Global Main Jersey Partner)”. E’ quanto si legge nella relazione trimestrale al 31 marzo di Inter Media and Communication, società in cui confluiscono i ricavi da diritti tv e sponsor dell’Inter. “Il tentativo di notificare l’ingiunzione alla sede legale della controparte in Wyoming è risultato infruttuoso, come confermato dall’autorità statunitense, e – il 16 maggio 2024 – abbiamo ottenuto un ulteriore periodo di 90 giorni dal Tribunale di Milano per notificare l’ingiunzione alla controparte”.

Digitalbits, la decisione dell’Inter

“Alla fine di aprile 2023 – si legge ancora – abbiamo deciso di sospendere con effetto immediato l’esecuzione dell’accordo di sponsorizzazione anche in relazione alla visibilità sulla parte anteriore della divisa della prima squadra maschile e di richiedere il pagamento immediato di tutte le somme in sospeso contrattualmente dovute a tale data (inclusi i bonus di rendimento attivati) – ovvero 31,4 milioni di euro, di cui €1,6 milioni relativi alla stagione sportiva 21/22 e 29,8 milioni relativi alla stagione sportiva 22/23”.

Inter-Digitalbits, non finisce qui

“Al fine di proteggere i nostri interessi – si legge ancora – con il supporto di uno studio legale esterno, abbiamo poi proceduto a depositare presso il Tribunale di Milano un ricorso per decreto ingiuntivo contro Zytara Labs, prendendo in debita considerazione anche i costi associati alle rispettive alternative previste e le concrete possibilità di ottenere dallo sponsor le somme dovute in base al suddetto accordo”. Tant’è che nel novembre del 2023, lo sponsor principale dell’Inter è diventato Paramount+, e il marchio Digitalbits, oltre alle maglie, è stato rimosso anche da cartelloni pubblicitari e sito web. Ma la battaglia legale è ben lungi dall’essere conclusa.

Inter, le parole di Marotta sulle richieste di Lautaro

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...