,,
Virgilio Sport SPORT

Italia, dopo i fischi e il ko i tifosi rendono onore agli azzurri

L'Italia cade dopo 37 risultati utili consecutivi e abbandona il sogno Nations League, sui social i tifosi si dividono sui fischi a Donnarumma ma si uniscono nell'onorare gli azzurri

06-10-2021 23:11

L’Italia abbandona il sogno Nations League, cade a San Siro 1-2 contro la Spagna e vede fermarsi a 37 il record di partite consecutive senza sconfitta. La nazionale di Roberto Mancini paga un primo tempo timido e poco convinto, contraddistinto dalla doppietta di Ferran Torres, l’errore di Insigne da ottima posizione, l’espulsione di Bonucci, ma anche dai fischi incessanti rivolti dai tifosi del Milan presenti allo stadio a Donnarumma. A 7′ dal novantesimo, Chiesa si invola in campo aperto e, a tu per tu con Unai Simon, serve a Pellegrini una palla che deve solo essere spinta in rete, per l’1-2 che infiamma il finale, ma non cambia l’amaro epilogo per gli azzurri.

Italia-Spagna, i fischi a Donnarrumma visti dal web

Ancora prima del calcio d’inizio, così come nei giorni scorsi, a monopolizzare l’attenzione dei social è proprio la questione relativa all’accoglienza riservata dai tifosi rossoneri presenti a San Siro al loro ex portiere. Come facile immaginare i fischi per il portiere della Nazionale non mancano e i social si spaccano. Qualcuno scrive: “Ogni tocco lo dovete fischiare, non gli cambierà la carriera, ma deve capire che San Siro e il Milan non sono più cose sue“. E anche dopo il primo gol: “Lui fa la c*****a ma la colpa è della gente sugli spalti… Ha saputo estraniarsi 2 mesi fa in uno stadio tutto inglese. Saprà farlo anche oggi, quindi amen… Il tifoso milanista ha altro a cui pensare che non alla Nations League”.

Ma in molti prendono le distanze: “Italia-Spagna, i fischi a Donnarumma fanno capire la poca intelligenza del tifoso italiano. Personalmente li trovo ridicoli“. E anche quando la Spagna trova il vantaggio, l’argomento di discussione non cambia. Tanti tifosi azzurri accusano i milanisti: “Preferiscono metter in difficoltà la loro nazionale fischiando un giocatore essenziale come Donnarumma piuttosto che esser tutti uniti. Ci facciamo riconoscere sempre”. Sull’argomento interviene anche il giornalista Riccardo Cucchi, che ammonisce: “Certo che fischiare il portiere della Nazionale con il rischio di deconcentrarlo e magari indurlo all’errore è una gran trovata“.

Italia-Spagna, gli errori degli azzurri

Poi arriva il palo di Bernardeschi e, soprattuto, l’errore di Insigne, che al 35′ si divora il pareggio calciando sul fondo da ottima posizione e scatenando la delusione dei tifosi: “Tutto quello che volete ma Insigne non può sbagliare gol così”, oppure: “Il ruolo di falso 9 lo fa benissimo… non segna neanche con le mani…“, “Non stiamo giocando con il falsonueve ma senzanueve“, “Vabbè è ufficiale: quelli che non sono ‘aggir non li sa segnare…”. E non manca chi ci scherza su: “Il gol di Insigne è stato annullato? Non può averla tirata fuori vero? È stato un bug del collegamento tv no?”.

A 5′ dal riposo arriva anche il rosso a Bonucci, che stacca con il gomito alto e colpisce al collo Sergio Busquets, costringendo Sergei Karasev a esibire il secondo giallo di serata nei confronti del capitano azzurro. Sui social, in tanti se la prendono proprio con il difensore della Juventus: “Il rosso a Bonucci è quello che gli toccherebbe ogni domenica in qualsiasi campionato europeo, eccetto in Italia!!”, “Toglietegli quella fascia da capitano“. Si arriva così al raddoppio della Roja e i tifosi italiani: “Ora ci vuole un miracolo!!!”, “E due. Non ce stiamo a capi’ niente”, “Mi spiace dirlo ma per la partita è persa”, “Basta. Ci rinuncio”, e qualcuno si chiede: “Ma come li abbiamo vinti gli Europei?”.

Italia-Spagna, la speranza e la (doppia) sconfitta.

Nella ripresa, la Spagna continua a fare la gara. L’Italia si difende e prova a pungere in ripartenza, anche se le folate degli azzurri si contano sulle dita di una mano. Nonostante la sterile fase offensiva della nazionale, sui social c’è chi ci crede e scrive: “2 goal in 20 minuti è fattibile. I miracoli esistono“, anche se per molti: “Questa partita è già conclusa“.

Quando poi, all’83’ arriva il gol di Pellegrini che chiude alle spalle di Unai Simon l’ottimo strappo di un incontenibile Chiesa, gli umori cambiano. Tantissimi e meritati i commenti per l’attaccante della Juventus: “L’Italia è una repubblica fondata su Chicco Chiesa“, scrive una tifosa, e in molti: “Noi ci crediamo, daje!!!“, “Io ci credo nei supplementari, io ci credo”.

Il risultato però non cambia, ma sui social i tifosi italiani onorano la nazionale da record e campione d’Europa di Roberto Mancini. In molti scrivono: “Siamo quelli delle 37 partite senza sconfitta. A testa alta, sempre” e ancora: “Ragazzi, dite agli spagnoli che la Coppa che conta noi l’abbiamo vinta mesi fa”, “Tre anni fa eravamo senza speranze. Trentasette partite dopo, campioni d’Europa. E con un futuro ambizioso davanti. Nessun dramma”.

SPORTEVAI

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...