,,
Virgilio Sport SPORT

Juve: Cesari, Pieri e Bergonzi dicono cose opposte su mani Hoedt

Continua la polemica per il mani di Hoedt non sanzionato da Massa in Juventus-Lazio

Se anche ex arbitri di spessore interpretano in maniera differente un episodio dubbio pur avendo a disposizione immagini, moviole e nessuna fretta di prendere decisioni, come si può criticare l’arbitro quando sbaglia in campo? Il caso di Massa in Juve-Lazio è lampante: il mancato rigore concesso alla Juventus per il mani di Hoedt è stato giudicato in modo diverso dai moviolisti.

Per Marelli era rigore e il Var ha sbagliato

Luca Marelli era stato il primo a pronunciarsi. Per l’ex arbitro comasco era rigore netto ed è incomprensibile che non sia intervenuto il Var. Parere che però non trova d’accordo il moviolista della Rai Tiziano Pieri.

Per Pieri il penalty c’è ma il Var non poteva farci nulla: “È chiaramente calcio di rigore, rivedendola si può vedere un cambio di direzione improvviso del pallone. Il Var non è intervenuto perché il cambio di direzione del pallone è stato considerato improvviso. Il braccio però era troppo aperto per non dare rigore».

Per Cesari non è rigore

Di tutt’altra opinione Graziano Cesari che a Pressing, su Italia 1, dce sul tocco di mano di Hoedt: “Per Massa l’impatto del pallone sulla mano di Hoedt è inatteso, inaspettato e totalmente fortuito. Anche nel check con il Var Di Bello viene riferito del contatto, tra l’altro avvenuto sotto l’altezza della spalla e quindi Massa si fida del collega e fa continuare l’azione. Se si ritiene che il braccio destro di Hoedt vada volontariamente sulla palla è sempre calcio di rigore, così come se va a stopparlo o schiaffeggiarlo. Evidentemente la distinzione è se il braccio è dinamico alla corsa e in questo caso il difensore non può toglierlo”.

Poi aggiunge: “Torniamo indietro ai precedenti, in Lecce-Juventus dello scorso anno venne fischiato un rigore pesantemente contestato dai bianconeri a de Ligt per un tocco di braccio. Nicola Rizzoli disse in una riunione successiva che questo non è mai rigore, perché va preferita la dinamica alla geometria. Un altro precedente è in Inter-Roma, con Lautaro involato verso la porta e fermato da un tocco di mano di Spinazzola”.

“Se ci sono queste situazioni già codificate, se le disposizioni dell’organo tecnico, in questo caso Nicola Rizzoli, sono queste, gli arbitri non sbagliano o quanto meno hanno una certezza su cui lavorare. Io credo che sull’episodio di Hoedt Massa abbia agito bene, per gli arbitri quello non sarà mai rigore”.

Per Bergonzi è mani da punire

Infine Bergonzi che si allinea a Marelli. A Tmw Radio l’ex arbitro Mauro Bergonzi dice: “Era un fallo di mano evidente. Il Var sbaglia nel valutare l’episodio, doveva vederlo in maniera equilibrata. Serve che gli arbitri parlino in tv e spieghino il perché di certe decisioni”.

SPORTEVAI | 08-03-2021 11:16

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...