Virgilio Sport

Juventus, Allegri dà i numeri per arrivare in Champions League

Max Allegri parla in vista della gara col Bologna, fiducioso di poter fare una bella partita ma consapevole che per arrivare in Champions serve ancora parecchio.

Pubblicato:

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha preso la parola in conferenza stampa per presentare la partita contro il Bologna valida per la 33° giornata di Serie A. La Juventus ha vinto in tutte le ultime 11 gare di Serie A giocate contro il Bologna (segnando ben 26 reti nel parziale): la squadra emiliana è quella contro cui i bianconeri hanno la striscia aperta di vittorie più lunga.

Siamo giunti al momento fondamentale della stagione bianconera, con un quarto posto da conquistare sul campo e una finale di Coppa Italia che renderebbe meno amara un’annata caratterizzata da parecchie difficoltà seguite al ritorno di Allegri e all’addio di un certo Cristiano Ronaldo.

Juventus, Allegri carico per il Bologna: “Ci siamo allenati bene”

Allegri sa quanto è importante la gara di domani contro il Bologna. Con cinque punti di vantaggio sulla Roma, i bianconeri non possono più sbagliare nulla per non rischiare una stagione senza Champions:

Bologna? Stiamo bene, dopo un’ottima settimana di allenamento. Vorrei salutare Sinisa che domani sfortunatamente non ci sarà, gli auguro una pronta guarigione. Il Bologna fisicamente è fortee in forma, ha fatto grandi risultati pareggiando a Milano, vincendo in casa e non è semplice da affrontare, mai. Noi abbiamo bisogno di punti per non perdere il quarto posto”.

Tra pochi giorni i bianconeri saranno anche impegnati nella gara di ritorno di Coppa Italia contro la Fiorentina (andata terminata 1-0 per la Juve con autogol di Venuti nel finale) e dunque le scelte di Allegri potrebbero venire condizionate anche da questa circostanza:

“Mi sarebbe piaciuto andare avanti anche in Champions. Facciamo però un passo alla volta e pensiamo al Bologna e alla Serie A. Ci sono ancora sei match di cui gli ultimi due con squadre dietro di noi. La Fiorentina ha il calendario più semplice rispetto a chi è dietro di noi, bisogna fare attenzione e secondo me servono ancora 10 punti, minimo, per andare in Champions. Alla Coppa Italia ci penseremo da dopo il Bologna”.

Juventus, Allegri e il calcio italiano: “Italiane fuori dall’Europa? I problemi non nascono oggi”

Ad Allegri viene chiesta una disamina sulla situazione delle nostre squadre in Europa. Dopo la giornata di ieri, infatti, solamente la Roma rimane a competere nel calcio internazionale, qualificatasi alle semifinali di Conference League grazie al successo per 4-0 sul Bodø/Glimt. L’Atalanta invece è stata eliminata dal Lipsia, mentre tutte le altre erano già uscite in precedenza.

Questo non può essere un caso, e non lo è infatti neanche per Allegri:

“Significa tutto e niente. Noi siamo passati dalla frenesia del dopo Europeo, dove sembra che tutto fosse risolto. Un conto è guardare alla realtà, non è una questione tecnica ma è un discorso generale. Basti considerare anche solo i guadagni del campionato italiano rispetto alla Premier. I problemi non è che vengono fuori in un giorno, ci sono sempre. In Italia spesso ci nascondiamo, finché non prendiamo una strada non possiamo sapere se sia giusta o sbagliata. In Italia si tende a rimanere a galla e nulla più, noi italiani poi siamo bravi ad arrangiarci. Sono felice per la Roma e mi dispiace per l‘Atalanta, quando vanno avanti le italiane è sempre bene per il calcio italiano. Serve cercare di migliorare la prossima stagione, ma non c’è un solo problema”.

Juventus e i singoli, Allegri: “Per Cuadrado rinnovo automatico. Gioca uno tra Bonucci e Chiellini”

Il tecnico bianconero, nel corso della conferenza, parla anche dei singoli giocatori, a cominciare dalle scelte in difesa, dove non è ancora deciso chi giocherà tra Bonucci e Chiellini:

Bonucci sta bene, però non ho ancora deciso fra lui e Chiellini anche perché c’è la Coppa. Devo valutare in ottica delle due partite, domani deciderò se scenderà in campotra lui e Giorgio”.

Oltre a parlare del rinnovo annuale di Juan Cuadrado, Allegri rimarca l’emergenza a centrocampo della Vecchia Signora:

“Per Cuadrado c’è stato il rinnovo che era automatico per le presenze, si è allenato, sta bene. Al momento ho disponibili due centrocampisti, se giochiamo a tre qualcuno devo iniserire, se stiamo a due abbiamo Zak e Rabiot. Ma non ho deciso ancora”.

Infine, un commento sulle due punte Kean e Vlahovic:

“Kean? Ha fatto spesso bene segnando gol importanti, ma ora gli altri stanno facendo meglio, lui comunque è a disposizione e deve farsi trovare pronto. Vlahovic capocannoniere? Ci conto, così garantirà un posto alla Juventus fra le prime quattro. Domani giocherà”.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...