,,
Virgilio Sport

Juventus, buone notizie per Chiesa e Pogba: ora Allegri deve scegliere

L'esterno e il centrocampista tornano a lavorare in gruppo: Pogba punta a tornare contro l'Inter, per Allegri sono tanti i nodi tattici da sciogliere quando la rosa sarà al completo

03-10-2022 17:34

Una rondine non farà primavera e allora il 3-0 con cui la Juventus ha annichilito la debole resistenza del Bologna non può certo bastare per spingersi a dire che i bianconeri sono fuori dalla crisi o destinati a rientrare a breve nel giro scudetto.

Contro il Bologna una Juve “nuova”: Maccabi Haifa e Milan prove della verità

Del resto solo due settimane fa dopo il clamoroso ko di Monza prima della sosta del campionato società e squadra erano nel bel mezzo di una vera e propria tempesta, con la contestazione dei tifosi, in particolare verso capitan Bonucci, proprietà e dirigenza, complice anche la doppia sconfitta nelle prime due partite del girone di Champions League, che hanno compromesso buona parte delle speranze della Juve di fare strada nel torneo più ambito, ma soprattutto più ricco.

Comunque la gara contro il Bologna ha evidenziato una Juve più “continua” all’interno della stessa partita, più convinta nel pressing e quindi più corta e compatta. Certo serviranno test più attendibili prima di parlare di guarigione avvenuta e in questo senso già il Maccabi Haifa in Champions mercoledì prima ancora del Milan sabato a San Siro daranno indicazioni più precise.

Juventus, Allegri sorride: Chiesa e Pogba in gruppo

Le note liete comunque in casa Juve arrivano anche dal bollettino di giornata sull’allenamento e in particolare dalle notizie arrivate su Federico Chiesa e Paul Pogba. Tanto l’esterno della nazionale, fermo da gennaio dopo la rottura del crociato subita contro la Roma, quanto il centrocampista francese, operatosi lo scorso 5 settembre al menisco laterale, sono finalmente tornati a lavorare in gruppo, anche se per il momento solo in modo parziale. Per entrambi, quindi, il ritorno in campo si avvicina: Pogba punta a essere a disposizione di Allegri per la partita del 6 novembre contro l’Inter, quanto a Chiesa difficilmente lo staff tecnico ne azzarderà il rientro prima della pausa per il Mondiale, ma non si sa mai.

Laboratorio Juventus: Milik-Vlahovic coppia ok, ma con Chiesa e Pogba…

Tutto questo fa comunque immaginare una Juve a pieno regime e finalmente al completo per la prima volta in stagione per la ripresa del campionato prevista il 4 gennaio. A questo proposito viene però spontaneo chiedersi quale via tattica sceglierà Allegri, che contro il Bologna ha avuto buone risposte dal 4-4-2 “spurio”, con McKennie esterno, e soprattutto dalla convivenza di Milik e Vlahovic, entrambi a segno.

I rientri di Pogba e Chiesa vanno però nella direzione opposta, dal momento che il francese “richiede” una mediana a tre e che per fare spazio a Chiesa sarà indispensabile togliere una punta, dal momento che in rosa c’è anche un certo Di Maria e, anche in caso di 4-4-2, comunque modulo poco adatto al Fideo e all’azzurro, l’assetto sarebbe troppo offensivo e più simile a un 4-2-4. D’altro canto pure l’ipotesi di schierare Pogba come vertice avanzato di un rombo di centrocampo taglierebbe le gambe a Chiesa e allo stesso Di Maria, così come un 4-2-3-1 con i due esterni e Pogba sulla linea dei trequartisti obbligherebbe a escludere una punta. Il tempo per pensare alla soluzione migliore comunque non manca e Allegri non vede l’ora di poter avere problemi di abbondanza.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...