Virgilio Sport

Juventus, chi è Alcaraz, il primo vero colpo di Giuntoli: un solo difetto da togliere

Giuntoli piazza il colpo in chiusura di mercato: il centrocampo si rinforza con Carlos Alcaraz, 21enne jolly di centrocampo in arrivo dal Southampton

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Ed eccolo qui, sul filo del rasoio, il graffio di Giuntoli. La Juventus sfrutta le ultime ore di mercato per chiudere un’operazione importante: sotto la Mole, infatti, arriva Carlos Alcaraz. No, non è ovviamente l’asso del tennis. Ma un vero e proprio jolly del centrocampo in forza al Southampton. Ventunenne argentino dal discreto senso del gol, potrebbe rivelarsi un’arma preziosa a disposizione di Allegri in questo finale di stagione.

Professione jolly: chi è Carlos Alcaraz, talento del Southampton

In mattinata le visite mediche a Londra prima di definire l’operazione (prestito con diritto di riscatto tra i 35 e i 40 milioni), Alcaraz può ricoprire più d’un ruolo per la gioia di Allegri, costretto per ragioni extracampo a rinunciare a Fagioli e Pogba. Il classe 2002 di La Plata può infatti essere impiegato come centrale e da mezz’ala, come esterno offensivo sul versante destro e non solo. Sì, perché all’occorrenza è in grado di ricoprire il ruolo di punta centrale.

Abile negli inserimenti e dotato di senso del gol, in questa stagione ha totalizzato 26 presenze in tutte le competizioni, segnando quattro reti e confezionando quattro assist nel Southampton che vuole fortemente tornare in Premier League dopo l’amara retrocessione in Championship.

Alcaraz, scuola Racing come Lautaro: la Juventus incrocia le dita

Come Lautaro Martinez, Alcaraz è cresciuto e si è imposto in Argentina con la maglia del Racing. Dovesse bissare l’exploit del Toro, allora la Juventus farebbe bingo. Le sue prestazione in patria gli sono valse le attenzioni dei club europei: ad avere la meglio, nel gennaio 2023, è stato il Southampton, che ha staccato un assegno da 14 milioni di euro.

I suoi quattro gol in Premier non sono bastati a evitare la retrocessione dei Saints, che lo hanno blindato dopo le inevitabili cessioni eccellenti dei vari Ward-Prose, Romeo Lavia e Livramento. Ora, però, l’addio. Con la Juventus che è riuscita, grazie alla zampata di Giuntoli, a spuntarla sulla nutrita concorrenza. Sulle tracce di Alcaraz, soprannominato Charly, c’erano anche Nottingham Forest, Marsiglia e Lione.

Juventus, il difetto di Alcaraz: ecco su cosa dovrà lavorare Allegri

Sono tante le qualità di questo 21enne dal talento indiscutibile, ma ci sono anche degli aspetti su cui Allegri dovrà lavorare, soprattutto in un calcio molto tattico come quello italiano. Il difetto principale dell’argentino è legato al suo temperamento.

Ai tempi della sua avventura col Racing fu espulso e successivamente squalificato per tre turni dopo aver segnato nella finale della Supercoppa argentina contro il Boca e aver rivolto dei gestacci nei confronti dei tifosi avversari. In totale nove i cartellini gialli rimediati da quando veste la maglia di Southampton. Si potrebbe parlare di eccesso di foga o di errori di gioventù, fatto sta che qualche lato del suo carattere (forte) va smussato.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...