Virgilio Sport

Juventus, chi è Nonge, il baby Pogba umiliato da Allegri dopo l’errore col Napoli

Caso Nonge dopo Napoli-Juventus: il talentino belga entra al 76', causa il rigore e viene sostituito da Allegri dopo soli 14'. Bocciatura o lezione?

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Quattordici minuti il campo. Dal 76′ al 90′: nel mezzo il fallo da rigore commesso ai danni da Osimhen. Tanto è durata la gara di Nonge nella notte infausta del Maradona, prima che Allegri lo richiamasse in panchina. Bocciato? Forse non a parole, ma è così che rischia di bruciarsi uno dei talenti più fulgidi della Juventus.

Juventus, a Napoli la notte da incubo della stellina Nonge

L’emergenza a centrocampo dovuta alle assenze di McKennie e Rabiot ha costretto Allegri a ridisegnare la sua Juventus e ad abbassare l’età media di chi ha calcato l’erba del Maradona. Al 76′, e sotto di 1-0 col Napoli, il tecnico di livornese ha deciso di gettare nella mischia il promettente Nonge al posto di Miretti. Il pareggio di Chiesa sembrava potesse premiare le scelte di Max, ma all’86’ il patatrac: ingenuo e inutile pestone in area di danni di Osimhen e rigore per il Napoli.

Il nigeriano lo sbaglia, ma Raspadori è più lesto di tutti nel bruciare proprio Nonge, oltre che Alex Sandro e Bremer, e fissare il risultato sul 2-1. Al 90′ il cambio che nessuno si aspetta: fuori il classe 2005 belga e dentro Danilo. Una sostituzione che rischia di rivelarsi una batosta per la crescita professionale di un ragazzo di cui da tempo si dice un gran bene. Era davvero necessario richiamare in panca proprio lui? Tra l’altro per inserire un difensore.

Chi è Joseph Nonge Boende, il belga arrivato dall’Anderlecht

Come Yildiz e Huijsen, che si sta affermando con la maglia della Roma dove è approdato in prestito a gennaio, anche Nonge è uno dei campioncini esplosi con la casacca della Juventus Next Gen dopo essere passato per la Primavera di Montero e, ancora prima, nell’Under 17 di Pedone.

Arrivato nel 2021 dall’Anderlecht in cambio di 540mila euro, questo centrocampista di 184 centimetri che qualcuno ha paragonato a Pogba (ma in zona realizzativa deve migliorare tanto i suoi numeri) e anche a Davids è legato alla Juventus da un contratto che scadrà il 30 giugno 2026. Soltanto di recente Allegri disse di lui che è un talento che “va raddrizzato”. In effetti il carattere va ancora forgiato – Montero lo ha definito “un ribelle positivo” – e chissà che la sostituzione del Maradona non sia stata una lezione impartita dal tecnico per favorirne la crescita.

Juventus: il debutto di Nonge e i numeri in questa stagione

Nonge ha iniziato la stagione con la Next Gen in Serie C, segnando un gol nella Coppa Italia di categoria, prima di passare in pianta stabile in prima squadra. Il debutto con i big della Juventus è avvenuto lo scorso 4 gennaio, quando Allegri gli ha regalato – ironia del destino – i 14 minuti finali della sfida stravinta in Coppa Italia contro la Salernitana. E sempre contro la Salernitana, ma in campionato, ha disputato 9′ tre giorni più tardi. Prima della partita col Napoli si è rivisto solo in Coppa l’11 gennaio, nei 12 minuti giocati contro il Frosinone.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...