Virgilio Sport

Pagelle di Juventus-Cremonese 2-0: Fagioli geniale, le lacrime di Pogba, Vlahovic fuori fase

Top e flop della partita Juventus-Cremonese, valevole per la 35esima giornata della serie A 2022/2023: Fagioli scardina il bunker avversario con una perla, ennesimo infortunio per Pogba

14-05-2023 22:39

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Juventus non sbaglia. La squadra di Massimiliano Allegri continua la sua marcia in campionato e batte anche la Cremonese. Se i tre punti sono la notizia migliore della giornata impreziositi da una perla di Fagioli, l’infortunio di Paul Pogba è quello che rende tutto più amaro. Dopo 23 minuti in campo il francese, alla sua prima da titolare dopo oltre un anno, ha rimediato un infortunio muscolare che lo costringe a uscire dal campo e probabilmente a chiudere una stagione tormentata dagli infortunati. Ora per i bianconeri l’attenzione va sulla semifinale di ritorno dell’Europa League contro il Siviglia che mette in palio una porzione importante di questa stagione.

Juventus-Cremonese: il commento del match

La Juventus comincia subito all’arrembaggio costringendo la Cremonese a rifugiarsi nella propria metà campo sin dalle prime battute. La squadra di Ballardini prova a fare muro e la Juve ci prova senza successo con la conclusione di Danilo su assist di Pogba. Qualche minuto dopo sono ancora i difensori a rendersi pericolosi stavolta con la conclusione di Bremer che termina alta. Al 22’ la notizia peggiore per i bianconeri con Pogba che dopo una conclusione è costretto a fermarsi e ad uscire per un problema alla coscia sinistra. Alla mezz’ora ci prova anche il neo entrato Milik con una conclusione troppo centrale. I bianconeri ci provano ancora su calcio piazzato con il colpo di testa di Bremer respinto da Carnesecchi. La migliore occasione nel recupero con l’imbucata di Paredes per Milik, su cui ci mette una pezza in qualche modo Carnesecchi.

Al ritorno in cambio la musica è sempre la stessa con la Juventus che continua a spingere e Federico Chiesa che ci prova ancora una volta. I bianconeri provano a stringere i tempi con il portiere della Cremonese che nega il gol a Rabiot su una conclusione dalla distanza. La gara si sblocca al minuto 54’: bellissima azione di Chiesa con pallone servito a Fagioli che con un destro bellissimo fa crollare il muro della Cremonese. La reazione dei grigiorossi è affidata a Okereke con Perin che esce e sventa la minaccia. La squadra di Allegri vuole chiudere i conti con Chiesa che prima serve Milik con Chiriches che salva e sul prosieguo dell’azione si vede respingere la conclusione dal rumeno. La Juventus trova il raddoppio con Milik con la gioia che viene strozzata dalla bandierina del fuorigioco. Dopo qualche minuto i bianconeri ci provano anche con Rabiot. Il raddoppio della Juventus arriva su azione di calcio d’angolo: per due volte ci prova Bremer e la seconda è quella decisiva. I bianconeri non si fermano e nel finale ci provano ancora con Rabiot e con Kean.

Rivivi le emozioni di Juventus-Cremonese minuto per minuto

Le pagelle della Juventus

  • Perin 6: come ogni occasione in cui è stato chiamato in causa anche contro la Cremonese, gioca una gara di grande maturità.
  • Gatti 6: la Cremonese non porta molto pericoli dalle sue parti ma lui fa sempre buona guardia. Non sempre preciso in fase di impostazione.
  • Bremer 6.5: si fa vedere più in fase offensiva che in quella difensiva, visto che gli avversari non portano eccessivi pericoli.
  • Danilo 6.5: l’azione nasce principalmente dai suoi piedi tanto che Ballardini prova a mandare i suoi attaccanti a dargli fastidio. Guida i suoi con la solita leadership.
  • Cuadrado 5.5: non è stata la sua migliore partita, dopo un primo tempo di attesa prova a farsi vedere di più nella ripresa ma trova sulla sua strada un Valeri in palla. Dall’82’ Barbieri sv
  • Fagioli 7: ancora una prestazione di altissimo livello per il giovane centrocampista bianconero che ha il merito di sbloccare una gara difficile con una splendida conclusione dalla distanza.
  • Paredes 6: la sua non è stata una stagione facile ma nelle ultime uscite l’argentino sembra aver trovato la gamba giusta per dare una mano alla squadra.
  • Rabiot 6: meno incisivo rispetto ad altre circostanze ma anche contro la Cremonese il francese fa vedere lampi della sua classe.
  • Chiesa 6.5: gioca con la voglia di spaccare il mondo, l’esterno bianconero non è riuscito a essere protagonista in questa stagione ma mostra sempre grande determinazione. Dal 66′ Iling 6: entra subito bene nel match
  • Pogba sv: ha voglia di fare, inizia bene provando a fare da collante tra centrocampo e attacco. Dopo una conclusione rimedia l’ennesimo infortunio ed esce tra le lacrime. Dal 24′ Milik 6: buona prestazione la sua. Dall’82’ Kean sv
  • Vlahovic 5: altra prova insufficiente per il giocatore serbo che ancora una volta non riesce ad avere l’impatto sperato sul match. Dal 66’ Di Maria 6: bastano pochi minuti per mettere in mostra la sua classe
  • Allegri (all.) 6.5: un primo tempo non perfetto poi una volta trovato il vantaggio la Juventus diverte e si diverte. Ora tutte le attenzioni sono concentrate sul match di Siviglia.
Fonte: Getty

TURIN, ITALY – MAY 14: Paul Pogba of Juventus Fc injured during the Serie A match between Juventus and US Cremonese at Allianz Stadium on May 14, 2023 in Turin, Italy. (Photo by Sportinfoto/DeFodi Images via Getty Images)

Le pagelle della Cremonese

  • Carnesecchi 6: il giovane portiere grigiorosso conferma di essere uno dei giovani emergenti del nostro campionato. Può poco in occasione dei due gol bianconeri.
  • Ferrari 6: ingaggio un duello rusticano con Federico Chiesa, non è un compito facile il suo visto che quando parte palla al piede, l’esterno bianconero genera il panico. Dal 66′ Castagnetti 5.5: non riesce a incidere
  • Chiriches 6: butta in campo tutta la sua esperienza, le prova tutte per provare a contrastare le iniziative della Juventus.
  • Lochoshvili 6: il georgiano deve navigare in uscita sugli attaccanti della Juventus, gioca con grande attenzione ma fa fatica contro la velocità avversaria. Dal 70′ Sernicola 6: prova a dare una scossa sulla fascia
  • Vasquez 6: nel primo tempo si rende protagonista di una chiusura fondamentale su Chiesa, con il passare dei minuti perde un po’ la lucidità.
  • Quagliata 5.5: nel primo tempo si limita a fare da esterno basso a sinistra, dalle sue parti la Juventus scende di meno ma lui non riesce mai a uscire. Dal 46′ Valeri 6: da vita ad un bel duello con Cuadrado.
  • Benassi 5.5: partita decisamente sottotono per l’esperto centrocampista che non riesce mai a farsi vedere in mezzo al campo. Dal 66′ Bonaiuto 5.5: prestazione opaca.
  • Meitè 5.5: gioca come difensore aggiunto ma quando si tratta di far ripartire l’azione è decisamente meno preciso del solito.
  • Galdames 5.5: il centrocampo della Cremonese si limita quasi esclusivamente alla fase di copertura, troppo bassa la squadra per far uscire palloni giocabili.
  • Okereke 6: non è un compito semplice il suo, combattere su palloni lunghi e su cui deve combattere con almeno un paio di difensori alla volta.
  • Afena-Gyan 5.5: Ballardini lo segue da lontano e gli urla indicazioni per tutto il primo tempo, indicazioni che forse non sono state recepite visto che esce subito nella ripresa. Dal 46′ Ciofani 5: non riesce a incidere
  • Ballardini (all.) 6: difficile fare di più contro una Juventus apparsa determinata a conquistare i tre punti, i suoi giocano con ordine ma non riescono mai a pungere. La salvezza è più lontana.

La pagelle dell’arbitro

Daniele Chiffi: il primo tempo del match scorre via senza episodi particolarmente controversi, la Juventus si lamenta per qualche fischio di troppo. I bianconeri chiedono un calcio di rigore per il contatto tra Sernicola e Iling, con Chiffi che fa proseguire. Dopo qualche minuto arriva il gol di Milik ma si alza la bandierina del fuorigioco. Voto 6

Il nostro SuperTOP

Fagioli: piccoli centrocampisti crescono, la Juventus in una stagione particolarmente complicata trova però un giocatore che sarà il futuro e l’ossatura della squadra bianconera.

Il nostro SuperFLOP

Vlahovic: ancora una prova sottotono dell’attaccante serbo che fa fatica a inserirsi nei movimenti collettivi. Pochi palloni giocabili e poca capacità di andarseli a cercare.

Tutte le gare della Juventus in Europa e in Serie A

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...