Virgilio Sport

Juventus-Empoli, moviola: i dubbi sul rigore negato e il rosso a Milik

La prova dell’arbitro Marinelli allo Stadium analizzata ai raggi X da Marelli e Cesari, il fischietto di Tivoli ha ammonito solo due giocatori

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Non aveva brillato nella sua ultima uscita in A per Napoli-Salernitana ma Livio Marinelli, scelto per Juventus-Empoli, gode comunque della stima di Rocchi. Maresciallo dell’esercito italiano, è un arbitro di grandissima personalità visto anche il ruolo lavorativo che ricopre. Predilige il gioco all’inglese, fischia poco e solo se necessario, non sopporta le proteste, dialoga molto con i calciatori a volte spiegando anche quello che ha fischiato ma come se l’è cavata ieri all’Allianz Stadium?

Clicca qui per vedere gli highlights di Juventus-Empoli

I precedenti di Marinelli con Juventus ed Empoli

Il fischietto di Tivoli aveva arbitrato la Vecchia Signora solo in tre occasioni. La prima è stata la sconfitta in casa del Verona nella stagione 2021/2022, e sempre nella stessa annata Marinelli avea diretto Juventus-Sassuolo 2-1 di Coppa Italia. L’ultimo match arbitrato dei bianconeri risale invece alla passata stagione in Serie A, nel pirotecnico pareggio per 3-3 dell’Allianz Stadium contro l’Atalanta di Gasperini. Dodici i precedenti con l’Empoli, con cinque vittorie, due pareggi e cinque sconfitte.

Marinelli ha ammonito due giocatori ed ha espulso Milik

Coadiuvato dagli assistenti Rossi L.-Rossi C., con quarto uomo Prontera, al Var Doveri all’Avar Valeri l’arbitro ha ammonito due giocatori: Walukiewicz (E), Weah (J) ed ha espulso Milik (J). Recupero: 2’ pt, 4’ st

Juventus-Empoli, i casi dubbi

Questi i principali episodi da moviola. Al 15’ intervento di Milik su Cerri col piede a martello. Marinelli dal campo sanziona con il cartellino giallo. Rivisto al rallenty però l’intervento del polacco è veramente brutto e il Var Doveri opta per l’on field review, Marinelli si reca al monitor ed estrae il cartellino rosso.

Al 76’ la Juve reclama un rigore per un presento tocco di mano di Ismajli su un batti e ribatti dagli sviluppi di un’azione da palla inattiva. Azione confusa viziata da un fallo di Alex Sandro, non visto dall’arbitro che travolge Gyasi, poi sul rinvio di Luperto la palla finisce per colpire il braccio di Ismajli che però è aderente al corpo ed è per questo che dopo review al VAR, l’arbitro decide di lasciare correre.

Per Marelli e Cesari giusto il rosso a Milik

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn parte dall’espulsione di Milik: “Azione che si svolge al 18′ del primo tempo a centrocampo. Milik controlla male la palla, viene anticipato da Cerri e poi c’è il contatto. Viene ammonito per imprudenza, ma ci sono tutti i parametri del fallo grave di gioco e della conseguente espulsione. Confrontandolo con il fallo di Gatti in Salernitana-Juve, Gatti prende prima il pallone e poi il giocatore della Salernitana mentre Milik solo il giocatore e ha la gamba totalmente allungata. La Juve ha reclamato un rigore? Su calcio d’angolo c’è un fallo di mano in area di Ismajli, ma prima un fallo di Alex Sandro su Gyasi. Il tocco di mano non è punibile”.

Dello stesso avviso Graziano Cesari. Ai microfoni di Sportmediaset, l’ex arbitro genovese ha commentato: “Poco da dire, decisione corretta. Entra in ritardo e prende pieno la caviglia dell’attaccante dell’Empoli”. In sostanza discreta la prova di Marinelli in Juventus-Empoli anche grazie al Var.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...