Virgilio Sport

Juventus, Pirlo furioso per il rigore concesso al Napoli

Il tecnico bianconero non ha gradito l'arbitraggio di Doveri

Pubblicato:

Al termine del match perso contro il Napoli, il tecnico della Juventus Andrea Pirlo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Non abbiamo subito un tiro in porta, abbiamo perso per un episodio dubbio, però abbiamo fatto una buona partita, abbiamo creato tanto, peccato non essere riusciti a trovare il gol. Ma siamo contenti per la prestazione, la prestazione che dovevamo fare, peccato solo per il risultato”. 

Pirlo non è d’accordo sul penalty concesso al Napoli: “Perché considero il rigore un episodio dubbio? Perchè sennò non ci potrebbe essere nessun contatto in area, se uno allarga le mani con la palla in mano al portiere, ogni contatto sarebbe rigore in tutti i campi. Avrei voluto vedere se fosse successo a noi un episodio del genere. Ci sarebbero stati molti più casini, molte più polemiche, non so se ci sarebbe stato dato questo tipo di rigore, però andiamo avanti, siamo contenti della prestazione, adesso avremo una partita importante mercoledì, quindi adesso ci concentriamo su quella”.

Alcuni arbitraggi insospettiscono Pirlo: “C’è un trattamento diverso per la Juve? No, sto solo dicendo che oggi gli episodi hanno fatto quello che dovevano fare. C’è stato questo episodio dubbio, l’episodio dubbio sulla doppia ammonizione di Di Lorenzo, ma adesso non voglio parlare di episodi arbitrali che accettiamo, però capita che tanti episodi possano essere fatti in modo diverso quando si gioca contro la Juventus, perché siamo ormai sempre sulla bocca di tutti. Tante volte ci riescono, tante volte no, oggi è andata così, però dobbiamo guardare avanti”.

Juventus poco fredda in zona gol: “Il Napoli ha fatto la partita che doveva fare, è normale che quando giochi tante partite un po’ di poca lucidità capita, perché abbiamo fatto 15 partite in poco tempo, quindi è normale che ti viene a mancare un po’ di lucidità. Però hanno fatto una buona partita chi è entrato, chi ha iniziato dall’inizio, come ho detto prima è mancata solo la lucidità di concludere davanti alla porta. Pochi gol? Abbiamo fatto i gol che dovevamo fare, alla fine non è che la squadra che fa più gol alla fine dell’anno vince il campionato, non è detto. L’importante è creare occasioni, giocare di squadra, poi sicuramente se riesci a fare un gol più dell’altro vinci le partite. Però oggi le occasioni le abbiamo create, è stato bravo il portiere, perché è stato il migliore in campo, quindi non ho niente da rimproverare ai miei attaccanti”.

Alcuni giocatori non erano al meglio e pesa l’assenza di Dybala: “McKennie? Bisogna sapere anche le condizioni dei giocatori, se non l’ho fatto giocare è perché ha avuto dei problemi durante la settimana, già mercoledì contro l’Inter ha giocato gli ultimi 20 minuti non in ottime condizioni, è già tanto averlo portato in campo oggi e avergli fatto fare mezz’ora di partita. Ho tenuto fuori anche Kulusevski perché non avevo cambi in panchina, quindi era normale fare un po’ di rotazione, però Bernardeschi ha fatto la partita che doveva fare, si è sacrificato, si è mosso bene, peccato non sia riuscito a tirare meglio nel primo tempo. Però era quello che gli avevamo chiesto. Dybala è un giocatore importante, lo stiamo aspettando e speriamo torni presto”.

Ora testa alla Champions: “Cosa serve di più in Europa? Devi far gol per vincere le partite. Se fai questa prestazione e concludiamo anche in rete, sono sicuro che le partite le portiamo a casa. Gattuso? Sono contento per lui perché è un amico, però preferivo vincere e portare a casa i tre punti”.

Juventus, Pirlo furioso per il rigore concesso al Napoli Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...