Virgilio Sport

Juventus sotto inchiesta, le parole di Elkann su Agnelli, Allegri e il futuro

Terremoto Juventus, la Figc apre un'inchiesta sugli stipendi. Con una nota ufficiale John Elkann traccia il sentiero per il presente e il futuro

29-11-2022 19:15

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Content Specialist

Giornalista pubblicista, redattore e autore, collabora da quasi 15 anni con il giornale dalla sua città, è content creator per diversi siti di divulgazione. Per Virgilio Sport segue i protagonisti del pallone ed è capace di trasformare in video tutto ciò che tocca

Dopo il terremoto, la Juventus prova a tornare alla normalità e dare il via al nuovo corso. A dare un messaggio forte all’ambiente, le parole affidate a una nota ufficiale dall’amministratore delegato di Exor e presidente, tra le altre, di Stellantis, John Elkann, che non ha mancato di ringraziare il cugino e presidente dimissionario della Juventus, Andrea Agnelli, svelare la scelta su Allegri e parlare del futuro della società. Nel frattempo, la Figc ha aperto un’inchiesta sul nodo stipendi.

Terremoto Juve, la Figc apre una nuova inchiesta

La procura federale ha, infatti, aperto, accanto a quella riferita alle plusvalenze, un’inchiesta relativa ai contratti dei calciatori. Il tema è, ovviamente, la cosiddetta manovra correttiva sulle rinunce dei calciatori a parte delle proprie mensilità durante la pandemia Covid-19. Una questione che, secondo i pm di Torino, non fotografò la realtà dei fatti, ma servì soltanto per produrre una distorsione di bilancio con un effetto dichiarato di 90 milioni di euro che, in realtà, sarebbero stati soltanto 22.

La questione, appena arrivata sulla scrivania del procuratore Giuseppe Chiné, verrà studiata per valutare la possibilità di congiungere i due filoni di inchiesta: quello degli stipendi, appunto, e quello legato alle plusvalenze, che dopo le assoluzioni nei due primi gradi i giudizio, potrebbe riaprirsi per effetto dei nuovi incartamenti giunti da Torino.

Juventus, Elkann: “Dimissioni atto di responsabilità”

Nella sua nota, Elkann si sofferma sulle dimissioni del Consiglio di amministrazione e le nuove figure da inserire in società e spiega:

Le dimissioni dei Consiglieri di Amministrazione della Juventus rappresentano un atto di responsabilità, che mette al primo posto l’interesse della Società. Il nuovo Consiglio che nascerà a gennaio sarà formato da figure di grande professionalità sotto il profilo tecnico e giuridico, guidati del Presidente Gianluca Ferrero: insieme agli altri amministratori, avrà il compito di affrontare e risolvere i temi legali e societari che sono sul tavolo oggi. Confido che la società riuscirà a dimostrare di aver agito sempre correttamente.

Poi, sul neo-insediato direttore generale, Maurizio Scanavino, Elkann rivela:

Maurizio Scanavino, che ha dimostrato solide capacità manageriali in tutte le società dove ha lavorato, metterà a frutto l’esperienza maturata soprattutto in ambito media e digitale per accelerare lo sviluppo della Juventus, uno dei brand più forti al mondo.

Juventus, Elkann conferma Allegri e ringrazia Andrea Agnelli

Non manca, ovviamente, un passaggio su Massimiliano Allegri che:

Rimane il punto di riferimento dell’area sportiva della Juventus: contiamo di lui e su tutta la squadra per continuare a vincere come hanno dimostrato di saper fare nelle ultime giornate, mantenendo alti i nostri obiettivi sul campo.

E un ringraziamento ad Andrea Agnelli:

Voglio ringraziare mio cugino Andrea per averci dato emozioni straordinarie, che non dimenticheremo mai.  In questi 12 anni abbiamo vinto tanto. Il merito è soprattutto suo, oltre che delle donne e degli uomini che sotto la sua guida hanno raggiunto obiettivi memorabili.

Juventus, il messaggio di Elkann ai tifosi

Infine, arriva anche il messaggio di speranza sul futuro, con una menzione speciale per i tifosi della Vecchia Signora:

La nostra storia parla di vittorie e ci dà la forza che serve proprio in questi momenti. Con il sostengo e l’affetto dei nostri tifosi, abbiamo l’occasione di costruire un futuro straordinario.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...