Virgilio Sport

L'Inter spaventa il Barcellona: pari al Camp Nou, ottavi a un passo - Le pagelle

I nerazzurri pareggiano 3-3 e restano a +3 sui blaugrana: basterà battere il Viktoria Plzen per accedere al turno successivo

Pubblicato:

Adesso basterà battere il Viktoria Plzen per accedere agli ottavi di finale. L’Inter fa il suo dovere al Camp Nou di Barcellona: pareggio 3-3, successo sfiorato al 96′, blaugrana che restano a distanza in classifica. I nerazzurri hanno ribaltato colpo su colpo, hanno aspettato, contenuto, e colpito. E i tre punti non sarebbero stati affatto immeritati.

Barcellona-Inter, i momenti-chiave

Minuto 89: Onana lancia lungo pescando Lautaro Martinez sulla destra, assist nel mezzo per Gosens che si era fatto 50 metri di corsa. Palla in rete, Inter in vantaggio. Fa niente (o quasi) se poi Lewandowski siglerà il 3-3 finale. Quel gol ha zittito il Camp Nou, ed ha fatto capire a tutti che l’Inter stasera è stata perfetta, tosta, pronta a ribattere. Ed al 96′ copione simile, conclusione purtroppo diversa: sempre Lautaro Martinez regala ad Asllani il comodo pallone del 4-3, ma ter Stegen dice no.

Inter mai doma: finisce 3-3 al Camp Nou

Il Barcellona si schiera con una sorta di 3-3-4: Sergi Roberto molto avanzato, e Pedri che va a giocare quasi come seconda punta alle spalle di Lewandowski. L’Inter mostra di non aver paura e se la gioca, va sotto, tiene botta e ribatte colpo su colpo. Nel primo tempo vantaggio blaugrana al 40′, rete di Dembélé su assist filtrante di Sergi Roberto, palla al centro che batte Onana senza problemi e 1-0. Alla ripresa è l’Inter a prendere l’iniziativa e va in pareggio nel secondo tempo al 51′ con Barella, già in area davanti al portiere, che intercetta un lancio lungo di Bastoni e fredda ter Stegen tra la sorpresa della difesa del Barcellona. Vantaggio Inter con un gol miracoloso di Lautaro che calcia angolato: la palla carambola sui due pali e finalmente entra in rete, al 63′. Raddrizza la partita per i padroni di casa con Lewandowski, autore di un gol annullato per fuorigioco al 71′ e poi di uno assegnato all’82’, dopo aver toccato Bastoni de devia leggermente. Torna in vantaggio l’Inter all’89’ con Gosens ma la partita non finisce qui: doppietta di Lewandowski nel secondo minuto di recupero, 3-3. E nel finale Asllani spreca incredibilmente la palla della vittoria, ma in fondo va bene così.

Le pagelle: Lautaro dai due volti

Bastoni 7 – Sempre attento nelle chiusure difensive, che siano dal suo lato o sulla diagonale. Gran palla per Barella in occasione dell’1-1, sfortunato in occasione del 2-2.

Barella 7 – Duella con Gavi, che è un brutto cliente, ma ogni tanto la spunta e offre a Dumries un pallone d’oro nel primo tempo. Il gol è da manuale della perfetta mezz’ala di inserimento, oltre che un capolavoro di tecnica.

Calhanoglu 6,5 – Schierato ancora come regista davanti alla difesa, salva sulla linea un gol che sembrava fatto in avvio. Timido nel primo tempo, sale di tono nel secondo tempo quando offre il pallone del 2-1 a Lautaro.

Lautaro 7,5 – Praticamente inesistente nel primo tempo, inizia la ripresa con un paio di palloni interessanti fino al gran gol del 2-1. La ciliegina è l’assist del 3-2 per Gosens, regala ad Asllani la palla del possibile 4-3.

Dzeko 6,5 – Quella zampata al 17′ finita sulla traversa avrebbe meritato miglior sorte. Cerca di cucire il gioco, nel secondo tempo ha l’occasione per segnare ma il suo tiro viene respinto.

L’arbitro – Marciniak 6,5 – Sempre vicino all’azione, non si fa intimidire dal Camp Nou. Forse Dembelè meritava il rosso

Inter, ottavi ad un passo

Il 26 ottobre potrebbe arrivare il conforto della matematica per l’Inter: perché il vantaggio di tre punti sul Barcellona, con gli scontri diretti a favore, dice questo. Basterà battere il Viktoria Plzen a San Siro per disinnescare l’ultima giornata in casa del Bayern Monaco. E l’Inter vista questa sera a Barcellona, merita il passaggio del turno.

Il tabellino

BARCELLONA: Ter Stegen; Sergi Roberto (72′ Kessie), Piqué, Eric Garcia, Marcos Alonso (72′ Balde); Pedri, Busquets (64′ de Jong), Gavi (82′ Ferran Torres); Raphinha (64′ Fati), Lewandowski, Dembélé. A disposizione: Inaki Pena, Tenas, Jordi Alba, Balde, Casado, Torre. Allenatore: Xavi.
INTER: Onana; Skriniar, De Vrij, Bastoni (86′ Acerbi); Dumfries, Barella (86′ Asllani), Calhanoglu (76′ Gosens), Mkhitaryan, Dimarco (67′ Darmian); Dzeko (76′ Bellanova), Lautaro. A disposizione: Handanovic, Botis, Gagliardini, D’Ambrosio, Curatolo, Carboni, Stankovic. Allenatore: Inzaghi.
ARBITRO: Marciniak (Polonia).
RETI: 40′ Dembelè (B); 50′ Barella (I); 63′ Lautaro (I); 82′ Lewandowski (B); 89′ Gosens (I); 92′ Lewandowski (B).
NOTE: ammoniti 55′ De Vrij (I); 78′ Dembelè (B); 85′ Mkhitaryan (I).

Clicca qui per abbonarti e vedere tutte le gare di Serie A live su DAZN.

L'Inter spaventa il Barcellona: pari al Camp Nou, ottavi a un passo - Le pagelle

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...